Altri tempi

In attesa del tempo perduto….

E ogni volta che non c’entro
ogni volta che non sono stato
ogni volta che non guardo in faccia a niente
e ogni volta che dopo piango
ogni volta che rimango
con la testa tra le mani
e rimando tutto a domani

Diario 106

IL MONDO VISTO DA DENTRO ae09588601cc4a25c40e9a28201527b7.jpg

Giorno 106

Solare nuvolante 

Roma1. Calderoli: “La Lega avrà due ministeri con portafoglio, due senza e un viceministro. Poi la presidenza della Rai, dell’Eni e della filarmonica di Bresso. Infine abbiamo chiesto e ottenuto il discioglimento dell’Associazione Nazionale  Reduci Garibaldini. Lo sappiamo che sono tutti già morti, ma anche solo il nome ci dava sui nervi”. Di Pietro: “Non abbiamo chiesto e non avremo alcuna presidenza di commissioni di garanzia. Ma non c’è nessuna polemica con il Pd, loro ci dicono cosa votare e noi votiamo (cosa ci pare)”.

Roma2. Per Fini l’omicidio di Verona è meno grave delle contestazioni a Israele effettuate a Torino da appartenenti ai centri sociali che, tra l’altro, hanno bruciato alcune bandiere con la stella di David.  Effettivamente, con quello che costa oggi giorno la stoffa, vuoi mettere… Da parte loro, anche i piromani torinesi hanno dimostrato quanto bisogno ci sia di incrementare l’educazione civica nelle scuole dell’obbligo italiane.

Roma3. Non ci sarà alcun processo ai vertici del Ministero della Difesa in relazione alla morte, a seguito di tumori, di militari italiani impegnati in missioni di pace all’estero durante le quali sarebbero entrati in contatto con l’uranio impoverito. Lo ha stabilito la Cassazione che ha confermato l’archiviazione della denuncia dei familiari di Salvatore Vacca (23 anni).  Li aveva visti, Vacca, gli americani girare con scafandro e ossigeno? Sì? E allora che colpa ne hanno i vertici militari se lui non si è preoccupato di comprarsi da solo una tuta e una bombola d’ossigeno? Non fa una piega, direi. 

Sassari. Con un inganno hanno portato una ragazza di soli 12 anni in uno scantinato e poi l’hanno violentata. Autore degli abusi non è un branco di adulti, bensì due sedicenni della Sassari ‘bene’. Dopo lo stupro, da ragazzi educati quali sono, i due hanno lasciato una mancia e il loro biglietto da visita. Sono stati arrestati perchè si sarebbero vantati dell’impresa a scuola. Quando si dice la sfiga… 

Brescia. La Procura non chiede né il rinvio a giudizio né la proroga delle indagini e così quattro kosovari accusati di aver compiuto delle rapine in villa vengono scarcerati per decorrenza dei termini. Uno di loro fa perdere le sue tracce subito dopo. Gli altri tre hanno chiesto alla guardia che li ha liberati, quale fosse la famiglia più ricca del luogo, poi si sono allontanati fischiettando “La terra dei cachi” di Elio e le storie tese.

Italia. Sono ancora tanti gli italiani che si mettono al volante dopo avere consumato una quantità eccessiva di bevande alcoliche. Nei primi tre mesi dell’anno la Polizia stradale ha accertato 7.261 infrazioni all’articolo 186 del Codice della strada, che punisce la guida in stato di ebbrezza. Nello stesso periodo del 2007 erano circa il 10% in meno. Secondo una ricerca commissionata da Direct Line a Nextplora uno dei problemi riguarda la mancanza di conoscenza della legge: l’indagine, effettuata su un campione di 1.137 automobilisti italiani, rivela che solo il 36% degli intervistati sa quale è il limite per l’assunzione di alcool prima della guida previsto dalla legge, cioè 0,5 gr per litro. Purtroppo, di quel 36%, il 90% crede che 0,5 gr per litro significhi mezzo bicchierino di superalcolico per ogni litro di birra.

Milano. Mancini:”Il presidente dice che abbiamo avuto poco coraggio nel derby? Moratti si sbaglia di grosso. Di coraggio non ne abbiamo avuto per niente, sono stanco di essere accusato ingiustamente. Ora basta! Mi dimetto. Anzi no, ma alla prossima vedrete se c’ho il coraggio”.

Diario 100

IL MONDO VISTO DA DENTROa99302ed8f882afbbd68fb0eaeb31036.jpg

 Giorno 100

Sole nuovolante 

Roma. Un distinto signore di 56 anni, ben abbronzato e pettinato, è stato eletto presidente della camera. Noto soprattutto  per la dedizione alle sue molte famiglie, per la sua coerenza e per le sue ascendenze postpostfasciste, il neo presidente ha fatto un discorso d’insediamento molto pacato ed equilibrato in cui però, ahimè, si è dimenticato di ringraziare il suo sdoganatore. Contrariato, il futuro presidente del consiglio avrebbe sibilato ai suoi diretti collaboratori “la prossima volta lo mando a presiedere la riunione dei domestici della villa ad Arcore”.

Italia. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato su internet le dichiarazioni dei redditi di tutti gli italiani. Panico tra i contribuenti che avevano convinto gli amici e i parenti di essere nullatenenti. Commercialisti impazziti si sono riversati per strada rovesciando cassonetti e bruciando i rifiuti. A Napoli, dove tutti i rifiuti stavano già bruciando, i professionisti hanno dato fuoco alle auto parcheggiate (dopo essersi assicurati per l’incendio). Il sito dell’Agenzia è tuttora bloccato dall’enorme numero di accessi degli appartenenti alla criminalità organizzata che così, per consumare sequestri di persona e rapine in villa, non dovranno più ottenere informazioni da incerti domestici, ma potranno accedere direttamente alla fonte. Ovviamente gli evasori resteranno al sicuro anche da questa minaccia.

Giustizia1. In base alla legge sul giusto patrocinio, lo Stato paga la difesa a tutti gli appartenenti alle maggiori organizzazioni malavitose, compresi i capi tipo Provenzano. Infatti, per accedere al diritto di farsi pagare l’avvocato, si deve semplicemnte dichiarare di non guadagnare più di 9mila euro e spiccioli all’anno. L’accertamento dell’Agenzia delle Entrate, successivo alla concessione (che, per legge, deve avvenire entro 10 giorni dalla domanda, pena nullità dell’intero processo), si basa solo sui redditi dichiarati. Ora, secondo voi, un mafioso come il citato Provenzano, latitante da 40 anni, che cavolo di dichiarazione dei redditi avrà mai presentato? Quindi, dopo il danno la beffa. Se io avessi un giorno bisogno di un avvocato, me lo dovrò pagare fino all’ultimo centesimo, lui, invece, non solo se li potrà scegliere (la legge permette due difensori) tra i principi del foro, ma se li vedrà pagati con le nostre tasse!

Giustiziae2. Ogni anno il solito Stato (questo) perde circa 720 milioni (720 milioni!) di euro in mancata riscossione delle spese di giustizia, quei denari cioè, che i condannati devono allo Stato (sempre questo) a seguito delle sentenze che li hanno visti soccombere. In tanti poi non risarciscono neanche le parti offese. Tra questi figurano personaggi del calibro di Ciarrapico (sì, proprio l’orgoglio fascista del cavaliere), di Gelli (Licio, quello della benemerita P2) e di Tanzi (il signor latte), che a fronte di bancarotte miliardarie, non hanno restituito quasi niente (in alcuni casi, niente proprio).

Insomma, in Italia il crimine paga, altro che. E poi ci chiediamo come mai le cose non vanno….

Diario 58

IL MONDO VISTO DA  DENTRO 974ee3ec5f19fe41fe9f5036b63ac12e.jpg

Giorno 58

Sole andante

Country

Polemica tra Veltroni e Fini sulle indennità politiche percepite dal candidato dei democratici. L’ex vice primo ministro attacca, ma si ritrova con una bella pallonata in faccia. Il Pd ha infatti elencato tutte le cifre delle donazioni in beneficenza di Veltroni, e ha chiesto all’onorevole Fini, che anche lui ne percepisce di diverse, di diffondere le proprie. Si attende ora l’elenco del coerente.

Tra le tante cose che Berlusconi promette di abolire (con la schiavitù, l’uso dei fazzoletti di carta e le vacanze a Rimini), c’è la par condicio. Così non ce lo leveremo più di torno 24 su 24. Intanto, a suo dire, “ La Pdl è avanti diversi punti” al Pd. Diversi punti? Ohi ohi ohi, non più dai 10 ai 12, ma solo diversi? Mi sa che la macchina elettorale del presidente fotocopia di se stesso sta scricchiolando.

Come promesso, la romana chiesa cattolica apostolica si tiene fuori dal dibattito politico italiano (italiano, non vaticano, si noti la leggera differenza dell’aggettivo) e infatti la Cei (che non è la congregazione escursionisti illustri, ma la conferenza episcopale italiana) chiede “agli elettori cattolici, ai candidati cattolici e ai futuri eletti di richiamarsi ai valori fondamentali della Chiesa” e tra questi “la difesa della vita” e la tutela della famiglia tradizionale. Sembra di essere tornati nell’800. A breve si attende un’enciclica papale sul voto utile. Bene, se nei giorni scorsi avevo dei dubbi sulla mia presenza al voto, santa romana chiesa mi ha dato un motivo in più per andarci di corsa.

Chez Sarkò

Nicolas (presidente dello stato), beccato a sbirciare la scollatura di Bar Rafaeli (top model), si è giustificato dicendo che non lo sapeva, che fosse una top model, altrimenti l’avrebbe sposata. Carla (top model, cantante, pittrice, cuoca, ecc. ecc.) invece si è scusata con la collega dicendole che, se lo sapeva che era un maniaco, non lo sposava. Se vince Silvio, v’immaginate i siparietti a vari summit G8, UE, ecc.? Faranno a gara a chi rutta più forte e a chi porta più figa, troppo forti!

Chissenefrega

Mel Bigson e Britney Spears fanno pace in un ristorante.

Paris Hilton seguirà il fidanzato Benji Madden (?) nel suo tour mondiale.

Jean Todt: “Smetto di fare l’AD, voglio più tempo per me”.

L’Inter a Genova tenta l’allungo.

Rete 4, ore 21,10 “Sorvegliato speciale”, con Sylvester Stallone.

Ieri sera ho mangiato una pizza salsiccia e stracchino.

Diario 56-57

IL MONDO VISTO DA DENTRO07961eccc01f1d7a0a549e83c8f9c491.jpg 

Giorni 56-57

Sole velato

 
Campagna

Cosa stanno facendo? Dopo un paio di settimane a rincorrere notizie che non ci sono, confesso di essermi un po’ disinteressato all’ultimo chiacchiericcio. Da tre giorni non guardo tg e non leggo i giornali. E’ diventato tutto rumore di sottofondo. Come il traffico sotto casa. Sempre lo stesso. Niente di nuovo in questa campagna elettorale da fine impero. Mancano i barbari? No, quelli sono già entrati. Ora ho provato ad aggiornarmi sul web, ma ho letto le solite frasi. Quello che dice a quell’altro che sbaglia e viceversa, mentre i terzi incomodi, di qua, di là e di centro, fanno ammuina per vedere di raccattare qualcosa. Di soluzioni realistiche ne vedo poche. Ma veramente qualcuno di questi riuscirà a cambiare le cose? C’è qualcuno che merita la fiducia di una passeggiata fino al seggio? No, l’astensione è l’unica risorsa, mi dicono. Forse. Anche se la considero completamente inutile, comincio a ripensarci anch’io.ltimo  paio di settimane a rincorrere otizie che non ci sono, cio? to fortmente, ma cos’ietto, poi

 
Esteri

In Tibet centinaia di morti. Leggo. Ma nessuno li ha visti. I cinesi sono bravi in un sacco di cose, compreso riuscire a nascondere un’intera nazione.

Si o no alle olimpiadi? Se qualcuno ha un’idea in merito me la scriva. Grazie.

In Francia i socialisti vincono le elezioni amministrative regionali. Sarkozy ha già deluso i francesi. Mai quanto Carla alla chitarra.

 
Economia

L’euro sfonda 1 dollaro e 59, poi arretra. Il petrolio 112 dollari al barile, poi arretra pure lui. Meno male che non hanno voglia di esagerare. Intanto il governo dice si all’offerta Air France-Klm per Alitalia e il titolo perde il 26% di valore. In pratica adesso è negativo, chi ha delle azioni Alitalia dovrà pagare per liberarsene.

 
Cronaca nera

Il cadavere di un uomo è stato ritrovato in un congelatore dentro una villetta di Latina. Sospettata la padrona di casa che alla domanda dei Carabinieri su chi fosse l’uomo, ha risposto: “Capitan Findus”.

 
Spettacolo

“Scamarcio, artista maledetto”. E con questo ho detto tutto.

Diario 52

IL MONDO VISTO DA DENTRO 25c0b80617b335308ee28d8261fcab3f.jpg

Giorno 52

Velato soleggiante

Giustizia e dintorni.

Mondo

Il governatore dello stato di New York costretto a dimettersi per aver speso oltre 80mila dollari con prostitute. Le dimissioni gli sono state richieste perché aveva fatto della lotta alla prostituzione un suo cavallo di battaglia. “Provo rimorso”, ha detto. Per gli 80mila spesi o per gli 80mila che non potrà più spendere?

In Iran, invece, il capo della polizia di Teheran, è stato arrestato perché sorpreso con 6 (sei!) prostitute. Anche lui sarebbe stato un paladino della lotta contro la “condotta immorale” di molti giovani iraniani. Sarebbe curioso sapere cosa ne pensano dell’arresto quei giovani.

Sempre negli Usa, una clandestina messicana (“clandestina” da 19 anni) è stata letteralmente dimenticata in una cella del tribunale di Fayetteville (Arkansas) per quattro giorni senza acqua, cibo, servizi igienici… e tv.

Da Guantanamo, il super carcere per terroristi islamici, adesso i detenuti potranno telefonare ai parenti. Per il cibo e il sonno, si stanno attrezzando.

L’ex parroco di San Martino a Montughi e San Mauro a Signa, a Firenze, don Atanasio, è stato condannato all’ergastolo per genocidio e sterminio dal tribunale penale internazionale per il Ruanda. Nell’aprile del 1994, una chiesa di Nyange, nell’ovest del paese, con all’interno 1500 tutsi, fu rasa al suolo dalle milizie hutu. Invece di difendere i disperati nascosti all’interno del luogo cd. “sacro”, il parroco avrebbe detto: “Non importa (della chiesa n.d.r.), distruggetela, noi hutu siamo tantissimi, la ricostruiremo”. Quindi, l’importante era la chiesa, non il contenuto. Se il tribunale non si è sbagliato, non ci sono parole da aggiungere.

 

Qui

A La Spezia un giudice, noto per la sua severità, avrebbe tagliato le gomme all’auto di una collega per vecchi dissapori professionali. Meno male che erano solo “vecchi”.

A Milano, un’indagine su un gruppo di pedofili si è arenata per la mancanza di pc presso la Polizia Postale. La Procura si sarebbe attivata prendendo il materiale in affitto da ditte esterne. Questa non è una notizia, è la normale quotidianità di molti uffici investigativi.

Nel caso di Gravina (in cima alla top ten delle notizie abusate), i giornali s’inventano uno scontro tra Procura e GIP, perché il procuratore capo ha dichiarato che le decisioni del giudice non sono vincolanti per l’accusa. Questa notizia è paragonabile alla scoperta dell’acqua calda. Che l’accusa non sia d’accordo con chi è chiamato a giudicarla, accade ogni giorno in ogni tribunale e corte d’Italia, per esempio ogni volta che c’è un’assoluzione. Fanno due lavori diversi, tutto qui.

Sport

La Fiorentina è passata ai quarti di finale di coppa Uefa. J

Diario 50-51

IL MONDO VISTO DA DENTRO 1f361fa6a9578d5df5ff01a77e6daaa6.jpg

Giorni 50-51

Nuvoloso andante

Campagna

La polemica sulla candidatura Ciarrapico è stata risolta da Silvio Berlusconi (e da chi sennò?), il quale ha spiegato, candidamente, che il simpatico imprenditore romano è utile alla causa in quanto proprietario di alcuni giornali. Che non sia proprietario anche di idee che si possano almeno avvicinare al presunto liberismo dell’unto di Arcore, è solo un particolare ininfluente. Lo scavalcamento a destra ai danni di Fini (il coerente), non stupisce. Probabilmente l’unico che considera ancora Fini un politico, e di destra, è Fini stesso. Per citare proprio il suo collega di partito, Ciarrapico, ormai “Fini è uno sguattero”. Che almeno su questo abbia ragione?

La scorsa settimana mi era sfuggita la presunta candidatura nel PdL del tassista romano che aveva capeggiato la rivolta contro il decreto Bersani sulle liberalizzazioni. Ecco una candidatura peggiore di quelli Ciarrapico. Come si fa a considerare il PdL un partito affidabile? Se in Italia c’è un problema questo è l’ingessatura in cui, ad ogni livello, siamo costretti a vivere, dalla pubblica amministrazione al privato. La casta non è solo quella dei politici, di caste ce ne sono a decine. Dai tassisti, appunto, ai notai, ai professori universitari, dalle banche alle assicurazioni e via andando. Tutti, chi più chi meno, godono di una rendita di posizione che gli garantisce il perpetuarsi di un potere che vede solo e soltanto un perdente: il cittadino comune. Se la candidatura del capo popolo della serrata che aveva messo in ginocchio Roma per difendere gli interessi di qualche migliaia di tassisti contro il resto del mondo, verrà confermata, avremo un segnale chiaro su quale sarà la politica futura del PdL. Facciamoci gli auguri.

De Mita Ciriaco, quello che è stato presidente del consiglio nei primi anni ’80 (ieri l’altro), dopo l’esclusione dalle liste del Pd, è stato inserito in quelle dell’UDC. A volte ritornano e a volte non se ne vanno proprio.

Estero

Negli USA, Obama continua la sua marcia verso la candidatura democratica. Qualcuno pensa non ci dovrebbe importare, in realtà, spesso, anche per noi italiani conta molto di più chi risiede alla White House che a palazzo Chigi.

Intanto Bush ha fatto il miracolo: da ieri la Cina non è più un paese dove sono limitati i diritti civili.

Cronaca nera

Ginecologo si suicida buttandosi dalla finestra del proprio studio. Era indagato per violazione della famosa legge 194, tradotto, aborto clandestino.

Niente funerale per il medico tarantino che ha massacrato la propria famiglia a martellate.

Chivasso, operaio 37enne muore in fabbrica. I colleghi indicono uno sciopero spontaneo.

Sport

Inter – Liverpool, 0 a 1. Per l’ennesima volta la champion’s resta un sogno. Mancini a fine campionato lascerà i nerazzurri, che quindi si possono consolare, non tutto il male viene per nuocere. Dimenticavo: io amo IL Liverpool.

Chissenefrega

Il sindaco di Gravina in Puglia scrive poesie.

Buffon: “Ho fatto acquisti su Ebay”.

Zucchero: “Non vado a votare”.

Io c’ho un ginocchio sbucciato.

Diario 46-47-48-49

IL MONDO VISTO DA DENTRO f265e31ea764d8bbbb71b6e3a450f54a.jpg

 

Giorni 46-47-48-49

 

Piovoso variabile

 

Campagna

Come avevo facilmente pronosticato, anche nelle liste del PdL c’è un po’ di quello e un po’ di quell’altro. Fresca la polemica tra Ciarrapico Giuseppe, dichiaratosi fascista (?!?), e Nirenstein Fiamma, dichiaratasi anti-fascista (e quindi, anti-ciarrapico), entrambi candidati nel partito di Berlusconi Silvio (ma anche di Fini Gianfranco). Auguri.

 

I sondaggi. Le cifre si starebbero assestando su una differenza tra il 4 e il 10% a vantaggio del PdL sul Pd. A prescindere da chi ci starebbe azzeccando, questi numeri non sembrano comunque sufficienti a garantire una maggioranza solida al senato. Infatti, se alla camera il premio di maggioranza al partito con più voti mette al riparo da qualsiasi problema, per il senato tale prospettiva è solo un miraggio. Lì, il premio viene dato regione per regione e se si pensa che, già alle scorse elezioni, il Polo delle libertà aveva avuto più voti dell’Ulivo ritrovandosi però con meno senatori, abbiamo un’idea di ciò che ci aspetta. Auguri doppi.

 

L’ex ministro Mastella ha deciso di non presentarsi. A quanto pare, alla fine, è stato considerato alla stregua di un appestato, dove andava scappavano tutti. Berlusconi l’ha ringraziato per aver fatto cadere il governo Prodi, poi gli offerto un aperitivo e l’ha accompagnato alla porta. I centristi l’hanno escluso con la scusa che si sarebbe rivolto a loro troppo in ritardo, quando ormai i giochi erano fatti. Effettivamente c’avranno una ventina di poltrone da dividersi, se ci mettevano pure lui ai figli chi ci pensava? Al Pd e all’Arcobaleno non si è nemmeno fatto vedere (ovviamente). Gli unici che gli hanno generosamente offerto un posto sono stati i socialisti, quelli di Boselli. Siccome si sarebbe trattato di una candidatura virtuale (dato che quelli di Boselli, secondo sondaggi, non prenderanno neanche un parlamentare), il buon  Clemente ha fatto il bel gesto di rifiutare. Alla fine, la crisi causata da Mastella un risultato l’ha ottenuto, la scomparsa politica di Mastella. Peccato sia stato dato rifugio all’altra porta-girevole-Dini, altrimenti il ricambio sarebbe stato totale.

 

Esteri

In Spagna ha rivinto il partito socialista di Zapatero. Tanta invidia e basta.

 

Cronaca nera

Bilancio di 30 morti sulle strade italiane nel weekend appena trascorso.

Morto operaio di 44 anni, in un cantiere edile a Verona.

A Taranto, medico uccide moglie e due figlie (a martellate) e poi si suicida tagliandosi l’arteria femorale.

 

Economia

Il petrolio ha raggiunto il prezzo di 107 dollari al barile. Pronti con la biada?

 

Spettacolo

Dino Baggio esordisce a teatro come soldato romano. E chi se ne frega?

 

Sport

Il motomondiale si riapre con Stoner vincente sulla Ducati. L’Agenzia delle Entrate ha promesso che lascerà stare Valentino Rossi e per un po’ si dedicherà ai bilanci della casa motociclistica bolognese.

 

Varie

Inventata la telecamera a raggi T (ti che?), sarebbe in grado di svelare le armi e la droga nascosti sotto i vestiti. Sarà usata soprattutto (ma, sembra sottintendere il comunicato, non solo) negli aeroporti. Passino le armi, ma se vedono materiali organici come la droga significa che vedranno anche tutto il resto, o no? Stiamo entrando ufficialmente nell’era dei guardoni e degli esibizionisti? Superdotate e superdotati sono avvisati.

 

In Francia, una tempesta ha spinto un mercantile in secco. Più che in secco l’ha spinta proprio sulla spiaggia (vedi foto). Sarkò è accorso sul posto con Carla, che suonerà apposta la sua chitarra. Si attende a momenti la fuga del grosso natante.

Diario 44

IL MONDO VISTO DA DENTROd230efb08861839005c8e04ba3d0e7d2.jpg

Giorno 44

Ventoso freddo, nevoso in collina

Campagna

Poche novità. Berlusconi si considera già vincente e Veltroni prevede la rimonta. Se si basano sui sondaggi, uno dei due mente sapendo di mentire, oppure i sondaggisti stanno di nuovo vendendo fumo. La seconda che ho detto?

Intanto Pannella ha appena iniziato uno sciopero della sete perché il PD non avrebbe mantenuto la promessa di garantire nove eletti tra i radicali. A parte la questione idrica, si parla di “garantire nove eletti”… capite? Siccome, in base alla previsioni, si può già calcolare il numero approssimativo dei futuri eletti, in ogni circoscrizione per ogni partito, ecco che ogni lista sta decidendo chi saranno i parlamentari. Lo so, lo scrivevo ieri e ci torno apposta. Come fanno i radicali, nessun altro candidato si sta preoccupando di farsi conoscere per essere votato, la preoccupazione di ognuno è solo quella di salire in classifica, ovvero nella lista elettorale  decisa dal proprio partito (in base a quali criteri?). E questa sarebbe una democrazia rappresentativa? Ma fateci il piacere.

Da segnalare infine la reciproca acredine crescente tra gli ex alleati dei due principali partiti: Arcobaleno contro PD a sinistra e UDC e Destra contro PdL a destra. Un bel “tutto contro tutti” che non si vedeva dai tempi della bistrattata prima Repubblica. Viva le tradizioni.

Esteri

Sophie Marceau ha lasciato gli studi della televisione francese TF1, dopo aver saputo che ospite assieme a lei in una trasmissione ci sarebbe stato anche il leader del Fronte Nazionale, Jean-Marie Le Pen. Grande Sophie! L’adoro fin dal Tempo delle Mele (mio e suo) e penso che una donna così sia da clonare, per tanti motivi. Da oggi per uno in più.

 

Sport

 

Perdendo 2 a 0 in casa con l’Arsenal, il Milan è stato eliminato dalla Champion’s. Peccato. (Bene, finita la parte political correct, ecco la versione tifoso gufante: thanks Arsenal!)

Domani a Firenze arriva l’Everton, seconda squadra di Liverpool. Io amo Liverpool, ma nel senso del “Liverpool f.c.”, quindi, nessun indugio. C’è solo la Fiorentina !

Quesiti pulp

A Venezia, ogni giorno, 110mila (centodiecimila, avete letto bene) piccioni scaricano 1000 kg (una tonnellata) di guano sulla città. In un mese fanno 34 tonnellate e più. Secondo voi, ha ragione chi definisce Venezia una città di m.?

A Genova, un uomo è stato evirato del testicolo destro dall’amante che lo ha colpito con un coltello (ahi). A Parma, invece, una donna ha staccato quasi di netto il pene all’ex marito con la bocca (ahi ahi). Si sta diffondendo la “Bobbitt-mania” oppure sono semplici coincidenze?

A Treviso, un processo per omicidio colposo non viene celebrato da 10 anni perché l’imputato non si presenta per rispondere al giudice. Niente di strano, se non che l’imputato è in coma proprio per l’incidente stradale che lo vede sotto processo, in cui perse la vita la sua fidanzata. Foste in lui, vorreste risvegliarvi?

Per concludere una notizia dal Giappone, dove una modella è stata assolta, in un processo che la vedeva imputata, grazie alle enormi dimensioni del suo seno. La misura le è servita per dimostrare che non poteva essersi intrufolata, nella camera del fidanzato fedifrago, dal pertugio che diceva lui. Secondo l’accusa, una volta dentro avrebbe distrutto la stanza… con le mani. Tutto qui, però per un attimo ci avete pensato, vero?