Guardie e ladri, quadri: Sincronismi

Il quarto quadro di Nora Buxareu ispirato dai racconti.

Sincronismi

 guardie e ladri,nora buxareu,la gru

«Buonasera, ispettore Mulini», mi accolse il capo pattuglia della volante di zona, un agente precisino con la divisa impeccabile.
«Il corpo è sull’ambulanza, purtroppo non c’è stato nulla da fare.»
«Rottura del collo?» gli domandai.
«Forse.»
«Come forse?»
«Forse l’uomo si è anche rotto l’osso del collo», rispose il sapientone.
«Spiegati» ordinai.
«Che si tratti di un suicidio non sembrerebbero esserci dubbi. Abbiamo trovato un biglietto d’addio sgrammaticato e dal palazzo di fronte un testimone ha visto l’uomo arrampicarsi sul parapetto e gettarsi nel vuoto alle venti in punto, c’era la sigla d’apertura del TG1, ha detto.»
«Il TG1 fa davvero schifo», considerai, «chissà quanti morti ci vorranno ancora prima che cambino il direttore. Alla Rai se la prendono sempre comoda…»
«Non credo che il TG1 c’entri», proseguì il perfettivo, «il problema è un altro.»
«Quale?»
[…]

Quale????

Per scoprirlo, acquista il libro sul web direttamente dalle Edizioni La Gru e su Blomming (da entrambi senza spese di spedizione) oppure su IBS o su Amazon.

Guardie e ladri, quadri: L’appello

Il terzo quadro di Nora Buxareu.

L’appello

l'appello,guardie e ladri

 Escluso l’imputato distratto da qualcosa al soffitto, tutti i presenti fissarono il magistrato allargare le braccia per sistemarsi la toga, come un corvo che ripiega le ali appena giunto sul ramo.

Senza alzare lo sguardo, il giudice portò il foglio che teneva in mano all’altezza del petto e iniziò a leggere: «Nel nome del popolo italiano…» […]

Acquista il libro sul web direttamente dalle Edizioni La Gru e su Blomming (da entrambi senza spese di spedizione) oppure su IBS o su Amazon.

Guardie e ladri, quadri: Il libro bianco

Ecco come Nora Buxareu ha “rivisto” alcuni dei racconti.

Il libro bianco

libro bianco,guardie e ladri,illustrazioni,nora buxareu

 «Che devi fare al buio?» domandò allora Zanobetti, con un tono da educanda.

«Vedrai», rispose l’altro risoluto, poi frugò nella sua valigia e tirò fuori un paio di occhiali con delle spesse lenti verdi che indossò. Un paio identico lo dette all’impiegata, ancora in trance.

«Guardi, Passamano, lo vede ora?» chiese Vegliardi, dopo aver acceso una lampada arancione che accostò allo scaffale.

«No», abbozzò quella stringendo le palpebre e piegando di lato la testa per vedere ciò che non vedeva, «Non vedo nulla.»

«Infatti!» affermò entusiasta Vegliardi, «È qui che l’essere barbuto ha cercato il libro bianco, stamattina. Non c’era, non l’ha trovato e ora non ce n’è traccia», terminò fiero.

Tutti i poliziotti annuirono. La bibliotecaria invece sospettò di essere finita in un programma televisivo e, guardandosi intorno con gli occhiali verdi, cercò le telecamere nascoste. […]

Acquista il libro sul web direttamente dalle Edizioni La Gru oppure su IBS o su Amazon.