Faccia di bronzo

l00nov.gifDopo che per due anni c’ha sbombolonato la minchia con il suo ottimismo d’accatto, ecco che ieri il premier più ridicolo del mondo si è svegliato in un paese dove gli italiani «hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità»!!!!!!!!!

Colpa dei governi della prima repubblica e di «quello di sinistra che dieci anni fa approvò la riforma del titolo V della Costituzione dando alle Regioni un potere di spesa sganciato dalla realtà». Ma, gli chiedo io, chi ha governato dal 2001 al 2006 e dal 2008 ad oggi? Babbo Natale??? Chi è il più sganciato dalla realtà, lui o Pinocchio???

Ecco che allora va tagliata la spesa pubblica, gli sprechi e quant’altro che non lo riguardi, ovviamente. Addosso ai dipendenti pubblici, quei delinquenti che in maggioranza guadagnano circa 1200 euro al mese!!! Ladri!!! E i ricchi? I ricchi contribuiranno ai sacrifici? Certo, i ricchi dirigenti pubblici (bravo!), tutti gli altri, come ad esempio… lui, ecco, potranno dormire sonni tranquilli.

Poi chiede un sacrifio agli enti locali, quelli che danno solo i servizi ai cittadini: «A loro chiediamo di ridurre le spese meno produttive, ma in cambio daremo loro beni demaniali che potranno valorizzare e generare nuove risorse, dando così ulteriore attuazione al federalismo fiscale». Cioè: prima gli togliamo l’Ici, poi gli diamo dei terreni da sfruttare, complimenti per la genialata!!! Intanto però la spesa sanitaria, delegata alle Regioni (non è federalismo fiscale?) è esplosa «soprattutto nelle regioni del Sud»… ma si droga o ci fa????

Altre genialate: l’ennesimo condono edilizio – che però si chiama “emersione delle case fantasma” (chiedere a Stephen King) – e la soppressione delle province sotto i 220 mila abitanti – che non siano nelle regioni a statuto speciale e non confinino con paesi esteri (ad esempio Sondrio. Dove abita Tremonti? Ah…) -… pare siano otto (!!!) in tutto. E le altre? Non sprecano???

E per ultimo, il tocco finale, la lotta all’evasione fiscale! Da uno che disse: “Ieri sono stato dal mio dentista e ho visto che paga il 63 per cento di imposte e allora non volete che chi è sottoposto a un furto così non si ingegni? È legittima difesa“, come prendete le parole di ieri: “aumenteranno i controlli e si farà in modo di recuperare lo squilibrio che vede in alcune Regioni sacche di evasioni ormai incontrollate”?!? Non rispondete, non importa.

Per concludere, la ciliegina: “siamo tutti nella stessa barca, che andrà avanti e supereremo anche questa situazione”, beh, io preferisco andare a nuoto che stare in barca con lui.

Bene, sono contento per questa manovra, perchè così, i miei colleghi che l’hanno votato, quando allo specchio si sputeranno in faccia, avranno un motivo in più.

Il processo b(r)eve (e affoga)

affogo.jpgMettiamo… che abbia avuto un figlio ucciso in un incidente sul lavoro,
oppure mettiamo… che mi abbiano truffato migliaia di euro e ora sia disperato,
oppure mettiamo… che mia figlia sia stata stuprata durante una festa di capodanno e da allora non si sia mai più ripresa,
oppure mettiamo… che con una firma falsa, un mio lontano parente mi abbia fregato l’eredità della cara nonna che lui manco conosceva,
oppure mettiamo… che un vicino di casa particolarmente rompicoglioni e malvagio mi abbia preso a cazzotti, ammazzato il cane, bruciato la macchina e avvelenato il giardino,
oppure mettiamo… che un giornalista arrivista e bugiardo mi abbia sputtanato con falsità senza possibilità di replica e per questo abbia perso la stima di molte persone care,
oppure mettiamo… che un concorrente d’affari abbia vinto un importante appalto pubblico corrompendo un sindaco e quindi io sia fallito,
oppure mettiamo… che un chirurgo simpatico ma distratto mi abbia tolto il rene destro al posto del sinistro,
insomma,
mettiamo che abbia subito uno solo dei sopradetti torti e,
non per colpa mia, ma per colpa dello Stato,
che tutela all’inverosimile gli imputati e le difese di quegli imputati che sanno ben usare i mezzi legali che lo Stato mette loro a disposizione,
quello stesso Stato che non mette in condizione di lavorare speditamente gli uffici giudiziari e quindi, di fatto, rallenta tutti i processi,
insomma,
mettiamo che abbia subito un torto e per colpa di tutto questo e anche di altro,
ma non per colpa mia,
i processi che dovevano decidere su quei fatti e darmi giustizia siano, purtroppo, ancora in corso,
ecco,
io,
al di là degli schieramenti,
del politichese,
dei distinguo con i se e i ma,
dei torti e delle ragioni di chicchessia,
io,
secondo voi,
cosa dovrei fare dopo il vergognoso colpo di spugna salva delinquenti che il Senato ha approvato oggi sotto forma di legge?