Disinformatia

Primo, negare l’evidenza. “Non credo che la D’Addario sia mai andata a casa del premier”, Niccolò Ghedini (Ansa, 17 giugno).

Secondo, minimizzare. “Ancorché fossero vere le indicazioni di questa ragazza, e vere non sono, il premier sarebbe l’utilizzatore finale e quindi mai penalmente punibile”, Niccolò Ghedini (Affaritaliani.it, 17 giugno).

Terzo, screditare. “C’è qualcuno che ha dato un mandato molto preciso e benissimo retribuito a questa signora D’Addario”, Silvio Berlusconi (Chi, 24 giugno).

Quarto, fregarsene.

Welcome to Italy!

Disinformatiaultima modifica: 2009-07-22T18:00:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Disinformatia

  1. Ciao Luca,
    sempre più squallido, questo nostro Paese: il tormentone non finirà mai… e neppure le porcate. Ma spero ancora che il numero di coloro che “ci si abituano” non si moltiplichi.
    Sei sempre il meglio. Grazie del passaggio e buon week end da Angela

Lascia un commento