Non siamo noi giustizialisti

berlusconi10.jpgDiario 117-120/II

MILANO – Sono state depositate a Milano le 400 pagine delle motivazioni che hanno portato alla condanna dell’avvocato inglese David Mills a 4 anni e 6 mesi per corruzione in atti giudiziari. Agì «da falso testimone» – si legge nelle motivazioni di condanna -«per consentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l’impunità dalle accuse, o almeno, il mantenimento degli ingenti profitti realizzati. Dall’altro lato (Mills) ha contemporaneamente perseguito il proprio vantaggio economico». Dopo la notizia, il presidente del Consiglio ha assicurato che riferirà in Parlamento. (fonte Corriere.it)

Ora, in un Paese normale, la prima cosa che farebbe il politico di turno dopo aver letto questa sentenza, sarebbe quella di rassegnare le proprie dimissioni per potersi difendere liberamente e, soprattutto, per non infangare la carica rivestita pro tempore che, lo ricordo per i più distratti, non è un qualcosa di personale da gestire privatamente, ma qualcosa che va ben al di sopra degli interessi del singolo casualmente chiamato a gestirla. In un Paese normale, qui invece, dove vige il Lodo Alfano, gli unici a doversi rassegnare sono i milioni di cittadini onesti che vedono la propria onestà ridotta a misera opzione: chi ce l’ha bene, altrimenti va bene lo stesso, anzi, va meglio. E poi ci si lamenta della delinquenza dilagante, con cotale esempio…?!? Ora si leveranno le solite voci dei paladini in difesa dell’imperatore e di certo risentiremo parlare di toghe rosse, del potere occulto dei comunisti, dei soviet ad abbeverare i cavalli a piazza San Pietro, delle cavallette, della peste, ecc. ecc… Inutile dire che saranno tutte argomentazioni che non avranno niente a che vedere con la sentenza. Nessuno che avrà la faccia di vergognarsi e basta. Anzi, ci accuseranno pure di essere noi dei giustizialisti, forcaioli, giacobini, bramini e calzini. Invece, parafrasando una celebre battuta di Giobbe Covatta*, la verità sarà molto più semplice: non siamo noi giustizialisti, sono loro delinquenti.

P.S. Per  quel poco che conta, ho messo qui la notizia – come non avrei mai fatto in un Paese normale, dove sarebbe stata detta e ripetuta da tutti gli organi di stampa e televisivi fino alla nausea -, perchè, scommetto, stasera non la diranno manco ai tg e domani sarà già sparita anche dal web. Alla faccia della democrazia e del potere di controllo (maddechè!?) dei fantastici media.

* La battuta originale era: non siamo noi che siamo razzisti, sono loro che sono meridionali! (detta da un napoletano in veste di rappresentante della lega nord, geniale!)

Non siamo noi giustizialistiultima modifica: 2009-05-19T15:50:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Non siamo noi giustizialisti

  1. Ebbene sì. Lo Stato di Diritto è morto. Sai chi mi meraviglia ? La Consulta, la sua inerzia. Immagina per un solo attimo fissi l’udienza per domani. Immagina per un solo attimo che le norme che proteggono il Premier (norme che, devo dire, recano la firma di un ottimo quanto arguto avvocato) non passino il vaglio della legittimità costituzionale. Immagina. Immagina che questo accada tipo … domani. Immagina, e sogna. (Bacio, e mi sei mancato !)

  2. Ciao Luk… anche io sono in trepida attesa degli eventi!! Temo quello che hai già preannunciato… ma voglio essere ottimista fino alla nausea. Mi faccio quasi schifo da solo, per quanto sono ottimista!!!

    Intanto, stasera mi passo in rassegna tutti i TG possibili… comunque SKY ha dato la notizia già alle 12.30. Testimone!!! Vedremo le altre reti e, soprattutto, cosa avrà da dire il Kapo!!!

    Ti auguro una buona serata e ciao.

  3. ho sentito il presidente, stamattina, che ha detto che le motivazioni della sentenza sono false, come se qualcuno dicesse che non è vero che lui si chiama “silvio berlusconi”… e allora mi chiedo: cazzarola, non avrà mica un secondo nome? 🙂

  4. Paese normale? Sai dipende dall’angolo visuale.. se lo guardi da quello del “orate pro me che per gli altri non ce n’è” più normale di così.. Grazie per le tue parole.. non sono abituata. Comunque anch’io penso che avrei potuto aiutare qualche ragazzo in più.. peccato. Ieri ho incontrato una mia ex allieva, era bellissima! Ha avuta da poco la seconda bambina ed era raggiante. Fa molto piacere un abbraccio da chi ha subito le tue sgridate.. Anna

  5. Ciao Luca,
    ottimo post, grazie. Ho inviato ora a mia volta un post sullo stesso argomento, supportando un paio di articoli degni di nota. Una cosa è certa: che la sgangherata autodifesa di SB condita con le sue battute “velinare” sempre più stupide gli procurerà un incremento di consensi elettorali. O no? C’è in giro una gran voglia di non vedere, non sentire, non parlare: tutta gente che sempre più frequentemente convalida – se ve ne fosse bisogno – le teorie darwiniane… all’incontrario: sempre meno Homo sapiens, sembre più scimmie.
    Un saluto da Angela

  6. Ciao Luca, volevo già per conto mio passare sul tuo blog per rinfrancarmi e informarmi e l’ho fatto ancora più in fretta perché sollecitato dall’invito di Angela a leggere questo tuo post. Ora che ho letto capisco molto bene perchè Angela ci esorta a prendere visione di quello che hai scritto: cose giustissime ed efficacissime, un bel contributo alla difesa della libertà e della democrazia.
    Ciao, buona domenica e buona nuova settimana.

Lascia un commento