Di(e)te la vostra

diete.jpgMi si chiede, e vi chiedo: pare che gli uomini acquistino fascino con l’età (vedi Sean Connery o Paolo Villaggio), per cui possono gozzovigliare tra tavoli e letti, senza temere il decadimento – che quando arriva, caso mai, è definitivo -, mentre per le donne, più l’età cresce, più devono stare attente a non perdere il loro, di fascino – semmai l’hanno avuto -, sottoponendosi alle più atroci torture a base di diete, cyclette all’ora di pranzo e sedute dal chirurgo (vedi Simona Ventura o Valeria Marini)? E’ vero o falso? Se è vero, perchè succede? Dove sta il trucco? E’ una compensazione della natura, per quegli anni in cui le donne sono belle solo per il fatto di esistere e gli uomini sono solo pieni di brufoli? Oppure è soltanto un’impressione e in realtà, con l’età, abbassandosi il livello di tolleranza (cioè, nel deserto che c’è, anche i brutti sembrano belli) ognuno se la racconta come meglio crede? Si accettano anche dimostrazioni chimiche (nota per la Iena).

Di(e)te la vostraultima modifica: 2009-05-13T16:00:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Di(e)te la vostra

  1. Mah…che posso dire. Spesso l’uomo acquista fascino con gli anni, come il vino bono, invecchiandosi migliora.
    Ma se la base non era un gran chè…hai voglia a invecchiare.
    E’ vero altresì che le donne devon sempre esser in piega miss punti perfetti, e quindi giù di lifting, tira strizza, taglia e cuci.
    Io non lo so…di certo è vero che con l’età poi bisogna accontentarsi…ma anche no.
    Certo che anche tu fai delle domande a questora!?!?!?!?
    Di una cosa sono certa e sicura, che la bellezza è negli occhi di chi guarda…tant’è che in certi casi, io mi levo gli occhiali, per non sapere n leggere ne scrivere.
    Con permesso
    ghghghghgh

  2. prima di tutto, credo tu abbia lasciato a me un commento per la vale. detto ciò…credo che la differenza stia nelle diverse strategie di ricerca che mettono in atto donne e uomini.
    anche nel mondo animale, (lo sapevi che qui finivo, no?), nella maggioranza dei casi, almeno, il maschio cerca una femmina solo ed esclusivamente per spargere i qua e là i propri geni. La femmina, invece, sceglie il maschio che sia più idoneo a proteggere-sfamare lei stessa e la loro prole. Ora…visto che l’uomo non vive nella giungla e pertanto della forza fisica non ci tange, io ritengo che noi femminucce abbiamo probabilmente individuato nell’uomo “vissuto”, quello più adatto a fare il padre.
    se invece vogliamo proprio buttarla sulla chimica, l’unico dato che riesco a riportare con una certa “sicurezza” scientifica, è che, per esempio, la calvizia pare essere correlata ad un alto numero di testosterone: come a dire che è possibile che alcune donne (io, per esempio) trovino attraenti gli uomini calvi, proprio perchè ne captano la “potenza chimica”.

Lascia un commento