Meno male che.

 

20.JPGDiario 242 – 243

Gli amici del quartierino hanno ritirato l’offerta per la cosiddetta nuova Alitalia. La trattativa è saltata per colpa dei sindacati, dei piloti e di Mourinho. Non si preoccupino i lavoratori licenziandi e non si preoccupino neanche i patrioti che paventavano la vendita della compagnia di bandiera (ma quale bandiera? Quella che Bossi ci si…? Ah, va be’) agli odiati francesi (a proposito, ieri sera grazie per la sportività, chez Lyonnais), dategli un po’ di tempo e risolverà tutto il presidente netturbino, per l’occasione trasformatosi in presidente pilota, hostes e steward. Nell’attesa della magia, invito tutti ad ascoltare e cantare in coro la hit qui sotto lanciata durante l’ultima tornata elettorale. In un attimo i vostri cuori si riempiranno di speranza e ottimismo e anche se “chi visse sperando, morì non si può dire” vedrete che la vita vi sorriderà. Soprattutto se non siete (ex) dipendenti Alitalia.02.JPG

P.S. A tutti coloro che in coda al mio post precedente hanno evidenziato il particolare (per me ininfluente) che questo Governo starebbe “lavorando” (eufenismo) da pochi mesi, chiedo:

1- perchè se il Governo Prodi fu attaccato ancor prima di essere insediato per i presunti brogli (in merito consiglio di leggere il libello “Armi di distruzione di massa – Come inventarsi una guerra preventiva in tre lezioni” di G.W. Bush) e nessuno degli opionion maker brizzolati si è sognato di aspettare un po’ per vedere gli effetti delle leggi allora approvate (come, per esempio, il 1° decreto Bersani che fu massacrato dai media dei soliti noti non appena varato nel luglio 2006), non è permesso fare lo stesso con questo Governo?08.JPG

2- se in una partita di calcio (per restare in tema con me stesso), nei primi dieci minuti, l’arbitro s’inventa due rigori contro ed espelle tre giocatori della vostra squadra del cuore, condannandovi quindi alla sconfitta certa, bisogna aspettare la fine della partita per dire che è un cornuto oppure è lecito incazzarsi subito? – Per anticipare eventuali contestazioni, preciso che nella metafora, la mia squadra è l’Italia intera e non il centrosinistra.

E ora cantate con loro….

 

 

Le foto sono prese da Corriere.it

Meno male che.ultima modifica: 2008-09-18T20:07:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

48 pensieri su “Meno male che.

  1. Ah, chissà come stanno davvero le cose, chi ci sta guadagnando, chi voleva guadagnare, non è del tutto chiara la vicenda Alitalia, non lo è mai stata, come tutte le cose il cui destino dipende dalla politica.
    Io fatte salve le colpe specifiche odierne, credo che questa sia stata una conferma della pochezza e l’incapacità di tutti i nostri governanti, di legislatura in legislatura, di tutti i politici che infestano gli scranni del potere in Italia.
    Si aggiunga il marcio di tutti i manager delle principali aziende, compreso quel simpaticone interista del Provera.

    Hai da fare?
    Nel mio blog c’è il cinema!

  2. la novità è il fatto che nn se la sia presa con le toghe rosse, colpevoli di tutti i mali… adesso ci sono pure i piloti e la cigl.
    l’importante è stato alzare la testa, non bisogna più arrendersi agli inciuci politici-finanziari. basta con il fatto che a pagare siano solo e sempre i lavoratori, incominciamo a punire i maneger che riducono in questo stato le aziende… inceve loro hanno sempre il culo riparato e si arrichiscono…. ridono alle spalle di quei padri di famiglia, di quelle madri che da un giorno all’altro non sanno più come dare da mangiare ai figli.
    Oltre all’alitalia oggi c’è anche telecom(preannunciato da grillo da mesi), nello stesso giorno in cui migliaia di dipendenti sono licenziati tronchetti provera fa “carriera”… questa è l’italia.

    PS: i dipendenti di silvio sono a li pezzi, se non gli aiutava l’arbitro perdevano pure con il zurigo… poveracci!!!!!!!
    complimenti x ieri!!!

  3. Bella la Francia! ci sono stata in luglio, al seguito di due miei figlioli che l’hanno percorsa in lungo e in largo con i roller sulle molte strade ciclabili (no, non ho pattinato, ho solo “biciclettato”… da vecchietta sportiva). Complimenti per la Fiorentina, mi piacerebbe esserci per la partita di ritorno. Mi piacerebbe anche avere un tuo commento sul post che ti ho dedicato (non potendo inviarlo come commento…)
    Buona serata da Angela

  4. io vivo nell’africa d’italia, il profondo sud mio caro luca… sai qual è il bello della storia alitalia? che alla fine se la compreranno gli stranieri ma noi – visto che la legge è stata cambiata – ripianeremo i debiti e gli stranieri si compreranno solo gli attivi……..

  5. c’era già da quando silvio ha vinto si ri fa alla canzone nuovo inno d’italia meno male che silvio c’è…. eh si mio caro io sono siciliana… ma ti dirò che anzi noto più consapevolezza qui che in altre regioni d’italia.. qui li votano ma sanno che sono ladri… è scelta consapevole

  6. Ciao Luca,
    grazie per il tuo commento. Per abitudine consolidata, i fatti li considero “storia” e dunque, prima di scriverci sopra qualcosa, li confronto con tutte le possibili fonti: alcuni se ne accorgono, altri no. Non mi perdonerei mai di parlare a vanvera, e nel mio piccolo cerco accuratamente di evitarlo. Purtroppo, pretenderei da altri altrettanto rigore (… merce rara, e quando ‘sto rigore lo trovo, come nel caso dei contenuti del tuo blog – addirittura condito da quel senso innato di intelligente ironia che si può possedere soltanto a Firenze – mi entusiasmo come a un gol di Gilardino, e ci faccio un post ad hoc). L’offesa, vedi, è percepita soltanto dai permalosi. Seneca diceva che “colui che si sente toccato da un’offesa dimostra di non avere né senso della misura, né carattere. […] Essi però sono talmente dissennati e superficiali che c’è tra loro chi la ritiene la cosa più tormentosa”. E tra l’altro a mie osservazioni oggettive si è risposto da più parti con una buona dose di volontà di offendere: ma si dà il caso che io non mi offenda: non sono permalosa.
    I chilometri percorsi – tra pattinatori, biciclettai e automobilisti – sono stati molti, ma in bicicletta non ho mai superato la quarantina al giorno, non ho più il fisico, vado per i sett -antatré e penso in ogni caso, immodestamente, di meritare i tuoi complimenti. Grazie. Una Francia bellissima e poco nota e senza stereotipi: ho accantonato una montagna di fotografie e farò un bell’album.
    Buon fine settimana e un saluto da Angela

  7. @teocon
    In Forza Italia i parlamentari provenienti dal Partito socialista italiano sono attualmente cinquantotto. Tra loro, oh yes, c’è Renato Brunetta (uno dei pochissimi che tra l’altro ci tiene continuamente a sottolinarlo). Ma quello che più mi scompiscia è che uno, Fabrizio Cicchitto, era parte attiva della corrente di sinistra del Psi che faceva capo a Riccardo Lombardi (negli anni Settanta ho avuto occasione di seguirlo da vicino, era un rivoluzionario a tutto tondo; poi, negli anni Ottanta, è saltata fuori – e comprovata dagli elenchi di Castiglion Fibocchi – la sua adesione alla P2); Giuliano Ferrara e Paolo Guzzanti, prima che nel Psi hanno militato nel Partito comunista italiano (Giuliano Ferrara era tra l’altro tra gli studenti che, tra vandalismi e distruzioni, fecero a botte con la polizia alla Facoltà di Architettura di Valle Giulia nel 1968. Va detto anche che allora non era così voluminoso…).
    Buon week end.
    Angela

  8. Ciao Luk, non lo dico io, come descrive bene Angela, le cose stanno effettivamente cosi, tanto che io l’ho sentito dalle sue parole in una intervista a LA7.
    Io che sono meno competente, affermerei che Brunetta è uno dei tanti che negli anni 90 è salito sull’arca di Noè di Forza Italia, alla maniera che molto bene descrisse R. Benigni in un suo spettacolo del ’95. (da scompisciarsi).
    Buona domenica!

  9. Dopo quel video…….che dire non ci sono parole. Ma caro Luca mi mancano anche le parole dopo aver letto la notizia che quell’emerito….di Veltroni ha comprato un appartamento a Manhattan per far completare…in america mi chiedo? gli studi alla diletta figlia. Cribbio ma la stupidita’ corre sul filo del PD….Ci credo che “Silvietto” è sicuro di poter tenere il suo deretano incollato alla poltrona per 15 anni…..Come per il video…..sono allibita…….

  10. A proposito del PS, …”il governo sta lavorando” , è assolutamente vero! Sta cercando di fare tutto quello che può per arraffare il più possibile! Poi certo che lavora… vedi la scuola, come credi che si possa distruggerla senza far nulla… Lavorano con ruspe e martelli pneumatici! “Mortacciloro”!! Sono avvilita. Ciao, Anna

  11. Di traverso … giammai ! Noi siamo temerari. Fuggiamo sì, ma mai di traverso. Dal tuo commento mi viene in mente un vecchio slogan .. lupi, lupi, son tornati i tempi cupi .. una roba del genere. Svalvolo a volte, tu se puoi non farci troppo caso 🙂

  12. il post non era contro i catanesi ma contro i messi di (dis)informazione a catania hanno chiuso le scuole causa rifiuti. hanno tagliato la luce. non pagano nessuno. i librai si rifiutano di prendere i buoni libro perchè non sono coperti ma non c’è un solo tg che se ne occupi. nessuna trasmissione che si occupa di questa situazione. e cazzo lo so è catania (mica il massimo della simpatia 😉 ma è sempre la nona città d’italia

  13. direi na passegiata di salute 🙂 x entrambi…
    questa poi è la settimana del derby e nn aggiungo altro!!!!!!

    ma sul prossimo post, nn saprei che dirti berlusconi credo nn abbia fatto nessun altro miracolo, tranne i magheggi del processo ma quella ormai è storia vecchia, no!!!!!!!!poi ci dicono che ci attachiamo a tutto per attacare silvio!!! io infatti volevo farlo sull’inter socialista come la definita il giornale di berlusconi, ma l’ho cancellato x errore :-(((( cavoli mi tocca rifarlo tutto di nuovo che rabbia…

  14. ciao luk! il tuo blog mi piace sempre di più, peccato in questo periodo non avere molto tempo per la rete!
    Per quanto riguarda l’Alitalia… siamo alle solite, sinceramente penso che chiunque con un minimo di sale in zucca abbia capito già ai tempi pre-elezioni che la tanto blasonata cordata italiana era solo un fantoccio per entusiasmare folle ormai abituate alla mediocrità. Adesso, dopo aver tirato dentro quasi a forza qualche industriale e aver assistito alla loro immediata fuga al primo pretesto utile, a cosa siamo arrivati? Quale strategia fenomenale hanno tirato i nostri beneamati governanti? L’ANNUNCIO SULLA STAMPA ITALIANA E INTERNAZIONALE CHE L’ALITALIA E’ IN VENDITA E CERCA ACQUIRENTI! hahaha, è fantastico, se non fosse che c’è un sacco di gente che rischia di rimanere per strada insieme alle proprie famiglie, questa storia comincerebbe davvero a divertirmi. Ovviamente il buon Berlusca ha ben pensato di scaricare tutta la colpa alla CGiL, certo non esente da responsabilità ma di sicuro non ascrivibile a responsabile principale. E sai qual è la cosa pazzesca che non finisce mai di stupirmi? Che la gente non si rende conto di quello che sta succedendo! Ma come si fa a difendere ancora l’operato di questa maggioranza che, ricordiamolo, è stata quella che ha fatto cadere l’accordo con AirFrance, l’unica proposta seria che ci era stata fatta? Bene, se il popolo italiano è così addormentato, allora ben gli sta se ora l’azienda viene divisa in bad company e best company, se gli stranieri si cuccano solo la seconda e se a noi tocca pagare per la prima. Come si dice dalle mie parti, curnuti e mazziati!
    Ciao, spero di tornare presto

Lascia un commento