Noi, gli imbecilli.

d84bd5268d48ebd77c455f198570d7e8.jpegDiario 239 – 241

Siamo noi sbagliati. Intendo io ed i miei amici imbecilli. In meno di 5 mesi, secondo un sondaggio IPR Marketing per Repubblica, il governo Berlusconi ha aumentato la propria popolarità. Il premier netturbino è passato da una fiducia riconosciutagli a luglio dal 55% degli intervistati, a quella del 60% di metà settembre. Il governo nella sua fulgida interezza è passato dal 52 al 54% dei giudizi positivi. Ministri in netta ascesa sono la Maria Stella Gelmini che sta smantellando la scuola pubblica, passata dal 35% al 39%, e la ministra delle pari opportunità (di chi?) che dopo il decreto anti-concorrenza (copyright Anninotchka)  è passata dal 38% al 42%. Certo, le due ministre sono ancora in coda nella classifica dei gradimenti espressi dagli intervistati sui ministri, tutti intorno al 50%, chi più chi meno, da Maroni e Frattini al 60% a Ronchi e Calderoli al 42% (e se non sapete di cosa sono ministri, beh, credeteci sulla parola, lo sono). Tradotto, una persona su due ritiene che il governo ed i suoi ministri meritino “molta o abbastanza fiducia”. Evidentemente la falsa pulizia di Napoli, con sversamento dei rifiuti nel resto della Campania, è solo un’invenzione di qualche blogger a cui crediamo solo io ed i miei amici. Così come lo dev’essere l’aumento degli sprechi da parte dei soliti noti della casta (ma ora che non se ne parla più, mi viene il dubbio che sia mai esistita, ‘sta casta) con ripristino di alcuni benefit e l’assunzione di amici e parenti in enormi e indaffarati uffici stampa. Non parliamo poi della falsa sicurezza garantita da quattro o cinque militari per strada e il contemporaneo taglio ai fondi per le forze dell’ordine, tutto chiaramente inventato dai sindacati (quei comunisti!) dei poliziotti, altri nullafacenti come tutti gli altri statali. Il quasi fallimento dell’Alitalia (per colpa dei soliti sindacati, ovviamente) dopo che erano state promesse soluzioni avveniristiche, è un altro bel successo. Chi si ricorda poi le altre promesse di campagna elettorale? Via le tasse? Non ancora, se c’è la crisi mondialgalattica, non è mica colpa di 3monti. E poi l’Ici l’hanno tolta o no? Sì, ma i tagli necessari a coprirla, qualcuno sa dove sono stati fatti? No, e poi l’importante è stato, per chi una casa ancora ce l’ha, ritrovarsi con 2-300 euro in più in tasca a giugno, se poi a dicembre saranno 8-900 in meno per l’aumento delle rette degli asili nido o il taglio di qualche servizio per anziani con conseguente assunzione di una brava donna a ore (adesso, badante), che importa? Siamo noi, io ed i miei amici, che non capiamo i vantaggi di tornare al maestro unico. Così come siamo sempre noi che non capiamo come si possano velocizzare i processi dividendo le carriere dei magistrati e creando un secondo CSM… boh!?! E vogliamo parlare del decreto Brunettadeiricchiepoveri? La panacea di tutti i problemi della pubblica amministrazione? No, non ne parliamo, perché io ed i miei amici non lo capiamo e quindi non siamo degni neanche di parlarne. Bene, detto questo, non mi resta che chiedere scusa per la mia ignoranza, per il mio non capire quanto stia migliorando questa bella Italia e non voglia allinearmi al pensiero unico. Vorrei congedarmi. Potessi lo farei letteralmente, purtroppo anch’io ho da campa’ e per ora mi limiterò a restare in quel 44% che ha “poca o nessuna fiducia”, sperando, prima o poi, di cambiare idea… o paese, se il paese non cambierà idea.

Noi, gli imbecilli.ultima modifica: 2008-09-16T12:02:45+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

41 pensieri su “Noi, gli imbecilli.

  1. weeeeee ciao luk tutto bene? tu che fai parte del famoso 44% beh mica è sempre vero che ha ragione “quel 44%” intanto io oggi ti ho fatto dispetto pubblicand qualcosiana sulla scuola per il resto luk le nostre parti vogliono che spesso ci troviamo a litigare ma un acosa condivido con te, leggevo la settiman scorsa delle lamentele dei carabineri hai notizie al riguardo?

  2. Sono contento per Rosanna che si accontenta… Purtroppo nel nostro paese siamo ad un punto in cui accontentarsi non basta. E’ come se il tuo precedente ragazzo ti avesse fatto le corna tutte le sere e l’attuale ti confessasse di fartele solo i giorni dispari. Forse questo è migliore del precedente ma…………….

  3. Non è l’indulto in se….è che l’altro governo in due anni non aveva fatto nememno la centesima parte di quello che ha fatto questo governo in 5 mesi.
    Hanno altri 4 anni e mezzo, diamogli tempo, ho cominciato a leggere cose contro già dal giorno dopo…Ancora non si erano messi seduti alla poltrona e già si leggevano critiche per il gusto di criticare, per partito preso e per il sapore amaro della sconfitta.
    Io vedo che “stanno lavorando” per me bene, per te male….i risultati si vedrano con il tempo non credi?
    un saluto, Ros

  4. concordo su quasi tutto…eccetto il maestro unico. ci saranno meno posti di lavoro, è vero, ma per contro, ora ce ne sono fin troppi. inoltre spero si possa passare, in questo modo, ad una metodologia di assunzione più meritocratica rispetto a quella precedente.

  5. ti dirò..ho letto il post e l’ho trovato interessante. ma resto della mia idea. Alcune notizie sono falsamente esagerate: il tempo pieno è ancora possibile, come lo era ai miei tempi, quando la maestra era una. e per quel poco di psicologia che conosco :), la presenza di una sola figura di riferimento, per bambini così piccoli, è meglio della molteplicità.

  6. è vero, ha fatto un sacco di cose questo governo, prima fra tutte ha messo l’impunità per le prime 4 cariche dello stato, cosa di cui tutto il popolo italiano sentiva la necessità…
    Per quello che riguarda il rinnovamento della scuola, se questo si manifesta nel mettere il grembiule, il voto in condotta e il maestro unico, tutta questa modernità (io ho passato i 40 e le avevo tutte ‘ste cose) non sarà troppa?
    E poi, se questa figura centrale (che può anche essere positiva, non sono contrario a prescindere) che è il/la maestro/a unico/a, si rivelasse un maestrucolo/a di basso livello o, peggio, un educatore pessimo, come crescerà il povero bambino sfortunato?
    Forse il bambino che si ritrova per anni un ottimo maestro (sempre lo stesso) sarà fortunato e potrebbe anche crescere meglio (ma non è detto) di un bimbo di ora che ha una pluralità di insegnanti (fra cui ci potrebbe essere anche il maestrucolo di prima, ma “diluito”), ma siamo sicuri di voler lasciare una cosa così importante come è la crescita di un bambino alla sorte?
    Ciao

  7. dopo i sottosopra arrivano i…. sbagliati!!!!!
    quelli che nn capiscono la bontà di silvio, che rinuncia alle barche e alle ville che nn ha mai visitato per salvare l’italia, non capiamo che il benessere di un paese si misura con il numero di teatri e la squadra campione del mondo, non capiamo che uccidere una persona al grido di “sporco negro” non è omicidio a sfondo razziale…
    ma cambieranno le cose, arriverà il momento in cui quel 60% dirà, nn abbiamo capito un c***o!!!!!
    speriamo almeno 🙂
    x il resto come va?

  8. Da quello che leggo qui posso dedurre che “io è te siamo amici” ed è già qualcosa di buono in tutto questo schifo(ti aggiungo volentieri tra i contatti).Sull’imbonitore che dire,è l’arte sua da sempre e l’Italia ci è ricaduta per la quarta volta,qualche motivo ci sarà.A Chiaiano per l’apertura della megadiscarica,uno dei due giovani che furono buttati giù da un muretto in seguito alla “carica” della polizia autorizzata da “zio Silvio” aveva appena votato per lo stesso Berlusconi.Ricordo le sue lacrime di dolore(gambe fratturate) misto a pentimento.La gente è così,se la beve.Ovviamente la massa bovina,quella che ha bisogno di obbedire a qualcuno,che non ha tanta voglia di vedere le cose più di come gliele fanno apparire.E allora Berlusconi ci da dentro,anche grazie ad una opposizione che,tranne Di Pietro,segue l’onda triste su cui stiamo navigando e ad una informazione venduta al padrone.La verità,a mio parere,è che se dai contro la destra sei comunista e se fai viceversa sei un fascista.La gente per bene,quella onesta,che non sta ne a destra,nè a sinistra e nemmeno al centro non ha mai trovato una vera rappresentanza politica.Questo paese meriterebbe una classe dirigente radicalmente diversa invece che un potere trasversale che ricatta la politica tutta ai danni della brava gente.
    ps. gradito il riferimento alla Carfagna e al suo provvedimento “schiaccia concorrenza”.
    artista1969

  9. Ecco,il tuo manifesto si avvicina ad una idea politica condivisibile per chi vuole tutt’altro che questo guazzabuglio.Il problema resta sempre quello della “zona Orwell”,quando chi rappresenta le idee deve insediarsi in poltrona.Per contraccambiare ti invito a farti qualche risata (anche amara)su questo blog http://satiriconemoticon.myblog.it/ La satira come terapia è l’unica cosa che ci è ancora concessa(?).Almeno fino a quando processano la Guzzanti.
    artista1969

  10. Luca se vivere insieme a me fosse semplice tu troveresti con regolarità il tuo post ma siccome che vivere insieme a me non è stato mai facile per me allora ci sono giorni che non riesco nemmeno a scrivere perchè in fondo mi trovo antipatica io per prima 😉 non ti sapevo un vascorossiano pure io penso ci siano un mare di canzoni che parlano di me, ma l’ho detto già nel post sono un’egocentrica di merda io….

  11. Intanto io dico che mi incuriosisce il tuo passaggio sull’asilo nido e badanti. Il problema non è nazionale, il problema è comunale. Sai che gli asili nido sono di competenza degli enti locali, e che ci sono, in molti Comuni d’Italia, numerosi incentivi o aiuti per pagare le rette mensili. Così. Ad onor del vero, e pure di cronaca. Altra cosa che mi incuriosisce è velocizzare i processi e divisione carriere dei magistrati.
    Starei attento a metterli insieme così, come in un calderone. Ti pongo un esempio, spicciolo quanto pratico. quotidiano : in Italia non si fanno assunzioni in magistratura dai secoli dei secoli. Sono bloccati tutti i concorsi. Perché le casse pubbliche sono vuote. I magistrati sono pagati dallo Stato, sono dipendenti ad ogni effetto del Ministero della Giustizia. Impiegati ? Chiamiamoli impiegati, se si vuole. Bloccare le assunzioni comporta un numero di magistrati troppo, troppo esiguo rispetto all’innumerevole contenzioso esistente nelle aule di giustizia italiane. Due più due fa quattro. Se un giudice deve studiare, e decidere cento cause le udienze saranno fissate di sei mesi in sei mesi. Se un solo giudice deve deciderne e studiarne centomila, meglio che non ti dica. Fa senso, sai, sapere che alcune cause sono fissate, ad esempio, al 2011. Roba che ti chiedi se c’andrai con il bastone a discuterle.
    La divisione delle carriere non toglie nulla a nessuno. E purtroppo anche su questo c’è molta, molta confusione a causa di una informazione del tutto incompetente.
    Oggi puoi iniziare a fare il giudice, poi ti scocci e vai a fare il pm, poi torni a fare il giudice e così via. (Di pietro, che da magistrato s’è buttato in politica, ha raggiunto il culmine !).
    Quello che si vuole fare altro non è che dire : decidi cosa vuoi fare, se l’uno o l’altro. Hai conosciuto giudici e p.m ? E’ impossibile per uno che ha fatto per vent’anni il pm (parziale, perché parte di accusa in un processo) essere poi giudice imparziale. Ha una deformazione professionale che nessuno può combattere. Ecco, cosa si vuole fare.
    Da ultimo, tutta la magistratura si agita per il fatto che venga previsto l’avanzamento di carriera per concorso, e non per anzianità e basta. Voglio dire .. scherziamo, i magistrati. “Come osano toccarci ! Come osano dirci che dobbiamo partecipare a delle prove per misurare le nostre capacità, l’aggiornamento professionale ?”. Eggià. Mi piacerebbe che queste cose siano dette, ma vengono taciute. Ma chi sta sul campo non le tace. E non le tacerà mai.

    Perdona la prolissità. Sei amico di Artista, che è amico mio. Tu dici che siamo sulla stessa lunghezza d’onda ? Intanto uno scambio di opinioni non fa male a nessuno. A presto, e grazie del tuo commento.

  12. Qui sul blog non è necessario, e questo è li mio parere, conoscere vita morte e miracoli di qualcuno per essergli amico. Questo accade e deve accadere solo fuori di qui. Se ti fa piacere fai un excursus indietro dei miei post, come dici di voler fare. Non troverai questioni politiche. Piuttosto un guazzabuglio di parole. A ciascuno il suo talento. Sorrido, e ti auguro buona serata.

  13. a questo non avevo mai pensato.. dici che tutti i fan del vasco sono egocentrici… potrebbe essere… che poi non so se hai notato la seconda citazione vascorossiana del post quella alla fine sulla felictà… chissà se capisci la cultura della citazione….

  14. E per rispondere in musica al tuo post (si ho letto il post) E mi ricordo chi voleva al potere la fantasia… erano giorni di grandi sogni……..sai erano vere anche le utopie Ma non ricordo se chi c’era aveva queste queste facce qui non mi dire che è proprio così non mi dire che son quelli lì!

  15. Che piacere leggerti di nuovo…….. e grazie per essere passato a ritirare il premio, e’ un atto di educazione che non tutti sono stati capace di fare.
    Non devi ringraziarmi di niente perche’ cio’ che ho detto lo penso veramente, avro’ tanti difetti ma sono sincera e per me l’amicizia e’ una cosa importantissima che si dimostra in ogni momento, a prescindere da un post o da un commento.
    Non mi interessano le persone false solo per aggiungere un nome nella lista di amici, ne faccio volentieri a meno, tu fai parte con piacere di quella lista e ti considero davvero tale.
    Puoi fare post o meno, puoi essere presente o no, il mio passaggio ci sara’.
    Bentornato Luca , viola o no bertonato davvero.
    Un abbraccio

  16. bentornato luca non vi era motivo per ringraziare i premi sono stati donati all’amicizia e al blog ma soprattutto alla persona , riguardo all’amica a strisce dai tutto sommato ha una grande anima per essere ……. lo dico no no non lo dico ok lo dico juventina (scusa la parola). riguardo a domani a lione !!!! non so proprio cosa vai a fare bho mha chi o sa!!!!! ok scherzavo forza viola un abbraccio

  17. se non ricordo male dovrei far parte anche della categoria dei c…….oni , ma forse l’ho sognato o immaginato o frainteso, o hanno montato il servizio ….
    si!! faccio parte del 44% finchè il mio limitato intelletto
    reggerà 😉
    Notte Luca ..

  18. Ce lo raccontano che tutto va bene, speriamo che la gente non ci caschi troppo.

    Questo governo è il vero teatro dell’assurdo.
    e ci sta manipolando. Spero che le persone che seguono le varie trasmissioni televisive (quelle “poche” in mano al nostro Kavaliere) si accorgano che ci stanno prendendo in giro.

    Ciao Luk, buona giornata!

  19. Ciao Luk!
    Il mio pessimismo cronico mi porterebbe a cosiderare questo governo in linea, semplicemente in linea con il nulla del passato e il nulla del futuro.
    Poi di mezzo qualche promessa, qualche spot, qualche intervento, che dal nulla porta al dannoso.
    Ma la legislatura è appena cominciata…
    No?

  20. Ciao Luk, leggere i tuoi post e’ sempre molto piacevole e di più se siamo nella stessa lunghezza d’onda. Una sola parola su i giudizi favorevoli che i più danno a questo governo, la sicurezza Luca, quella sicurezza che la sinistra ,che io ho sempre votato, ha cercato di non voler vedere, una sinistra che guardava a proteggere solo gli”ultimi” perdendo di vista che noi eravamo e oggi siamo gli ultimi. Ti abbraccio Cri

Lascia un commento