La morte del calcio

106451-1.jpg1386505Diario 237

Il CASMS (Comitato Assistenti Sua Maestà Silvio) ha deciso che alla gara Fiorentina Bologna, del prossimo 21 settembre, possano assistere solo gli abbonati Viola. A prescindere dal fatto che non si capisce nemmeno perché non possano venire i bolognesi, per quale motivo si vieta l’ingresso anche ai fiorentini col biglietto? Si ha paura che ci si picchi tra di noi per i gelati? Perché se si accoltellano a Roma e a Napoli, devono chiudere lo stadio di Firenze? A Firenze non succede più niente da anni. E gli ultimi incidenti sono stati sempre causati dalle tifoserie ospiti (auto della Polizia incendiata dai laziali, sfondamento dei tornelli da parte dei napoletani), qual è la logica del provvedimento? Logica?!? Scusate, siamo in Italia, me n’ero quasi dimenticato. La logica, come la responsabilità, non abitano in questi luoghi. Un provvedimento punitivo assurdo e inutile verso quella che, loro stessi l’hanno detto (e qui è dimostrata la schizzofrenia di certi apparati), è una tra le migliori tifoserie italiane, come si spiega? In realtà in questo caso, a essere maligni (neanche poi tanto), potremmo leggere un movente politico. Firenze è città di sinistra come Bologna (abbastanza di sinistra, diciamo) e la proprietà della Fiorentina è notoriamente antagonista dell’attuale premier che magari… Ma no dai, cosa vai a pensare! Va be’, allora torniamo ai fatti (che non sono i tossicodipendenti che abitano il ministero). Vogliono gli stadi vuoti, tutto qui. Non c’è altra spiegazione. I biglietti nominativi, i tornelli, il divieto di vendita dei biglietti ai gruppi, ecc. ecc., a cosa servono se alla fine neanche i tifosi di casa possono andare allo stadio. Vogliono che diventiamo tutti ancora di più (perché ormai intossicati lo siamo tutti) tele dipendenti, e non intendo lavoratori della televisione. Chissà, anche qui magari c’entra il fatto che una delle società che trasmettono le partite sul digitale si chiama Mediaset… E allora se ce l’hai con Lui, dillo! Lasciamo perdere. Effettivamente 20 anni fa con i bolognesi accaddero fatti gravi, negli anni però la ferita è stata più che rimarginata. Se vincesse questa logica (della memoria perenne e dell’astio a prescindere), anzitutto a Firenze non potrebbe più venire nessuna tifoseria (perchè in 40 anni di storia ultras, di incidenti ce ne sono stati con tutti), ma poi non si capirebbe perchè continuiamo a far entrare in Italia i tedeschi in vacanza… Personalmente inviterò i bolognesi a venire lo stesso a Firenze, che se non ci faranno entrare allo stadio ci organizzeremo fuori con una tavolata a tortellini e bistecca, lambrusco e chianti, poi voglio vedere se verranno a vietarci anche di mangiare e bere! Voi dite di sì, eh?

La morte del calcioultima modifica: 2008-09-12T11:35:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

33 pensieri su “La morte del calcio

  1. L’educazione suggerisce di commentare il tuo post per primo, l’amicizia chiede una deroga.

    Riguardo il tuo commento, mi dici dove suggerisco le bastardate delle altre nazioni?
    Voglio dire, i due articoli li condanno ed è chiaro, poi parlo di misure penso condivisibili per una gestione pulita e giusta dei cittadini e delle risorse e necessità straniere.
    Cosa non va?
    Pensavo sinceramente che Svizzera e England fossero degli esempi.
    Non più?
    Qual’è l’esempio da seguire?
    Nessuno applica un’apertura illimitata e non a norma delle frontiere.

  2. Quante simpatiche freddure che hai scritto, pensavo di avere l’esclusiva.
    Non penso centri Silvio, nemmeno la sinistra, nemmeno quel galantuomo del tuo presidente, penso che come sempre si agisca sulle ali dell’entusiasmo o dell’isterismo, in Italia è sempre cosi.
    Peccato, non si riesce a fare un piano quando le acque sono quiete, si aspetta la tempesta e la penna trema, imbratta e sbaglia.
    M’hai fatto venire voglie incredibili di tortellini e fiorentina, ma mangerò spaghetti e inter.

  3. Però io vorrei davvero capire, che senso ha pagare le tasse ad una nazione in cui molti non sono nemmeno registrati e lavorano o delinquono?
    Che senso ha avere dei confini?
    Che senso ha la costituzione?
    Posso essere clandestino in Senegal?
    Aiutami a capire se davvero è cosi che deve essere.
    Quanto è grande l’Italia?
    Quanto ne possono entrare?
    Per fare cosa?
    Mettersi dove? Accampati?
    Ma se io non riesco a farmi una casa!!!
    Ma siamo ideologi o uomini?

  4. Certo qualche conflitto d’interesse c’è se il proprietario di una grande squadra è al contempo proprietario di reti televisive. Che aveva inneggiato alla tv digitale come la soluzione per la salvaguardia della pluralità dell’informazione, agevolando gli acquirenti di decoder con l’aiuto di soldi dello Stato. Peccato però che, se oggi si vogliono vedere i programmi mediaset tramite decoder…….SI DEVONO PAGARE!!!!
    Ma com’è magnanimo quel piccolo nanetto……..

  5. Non seguo molto il calcio… forse non lo capisco! Tuttavia potrei fare un “parallelo” con tante altre cose che stanno succedendo in questo Paese e pensare: l’incapacità totale della nostra classe politica e dirigenziale di affrontare le questioni spinose dell’Italia, ci sta portando dritti dritti verso il baratro dell’autoritarismo. Forse esagero magari per il calcio non è così. Da un po’ di tempo, però, è un fioccare di divieti incomprensibili.

    Per quanto riguarda la “vendemmia” del Pony… io un dubbio l’ho ma aspetto la sua risposta.

    Ciao

  6. e che cavolo si è mangiato il commento 🙁
    lo sintetizzo…
    dicevo, che tutti questi provvedimenti sono ridicoli, fatti da politici che nn sanno risolvere i problemi (forse perchè devono pensare ad altro) e per questo motivo parlano sempre di emergenza… sanno solo vietare in nome delle emergenze, con questo criterio nessuno tranne quelli del chievo potranno seguire la propria passione…
    condivido la seconda parte

  7. non mi ci fare pensare a quel giorno… troppo brutto, dove hanno tirato in tutti i modi dentro il calcio che nn c’entrava nulla, furono degli attacchi di gruppi politicizzati di estrema destra, fatti passare dai giornali come ultras…
    senza dimenticare l’assasinio di gabriele sandri da parte di un polizziotto ancora impunito…

  8. giusto… preciso non vado sicuramente ad attaccare il poliZiotto, non tollero certi abusi che derivano dall’alto, loro eseguono… non faccio guerra tra poveri, però se vado a vedere certi video su youtube (napoli, vicenza su tutti) e vedo certe scene un po mi girano… esistono le mele marcie in qualunque categoria quindi non si può generalizzare. massimo rispetto x chi fa questo lavoro, ci mancherebbe.
    venendo a quei casi, su genova meglio precisare che nn mi riferisco assolutamente alla morte di giuliani, ma a quei fatti nelle scuole dove è stato accertato che sono stati picchiati dei manifestanti, no global chiamiamoli come si voglia, senza un motivo per ordine non si sa d chi… le violenze cmq credo siano state accertate.
    vedremo cosa accadrà al poliziotto di arezzo, però tutto questo silenzio mi crea un po di sospetto… silenzio riferito ai media, che invece informano di tutto sull’omicidio raciti (giustamente) e nulla su quello di sandri… quindi due sono le cose o nulla si muove o si nasconde.
    lo ridico x nn essere frainteso massimo rispetto alle forze dell’ordine.

  9. Flussi, permessi di soggiorno, CPT???
    E pensi che facendo questo elenco puoi dire a me “cos’altro vuoi”?
    Voglio che si applichi qualcosa che funzioni diamine, prchè tu no?
    NOn siamo italiani entrambi e paghiamo le tasse?
    No che non dici cose difficili Luk, solo sbrigative, come dire che allora tutto va bene.
    No che non va bene, tu lo sai, meglio di tutti lo sai che non si sta gestendo un cacchio, e chi ne va di mezzo?
    I poveretti che arrivano magari non erano delinquenti ma non avendo casa, soldi, lavoro, una donna, immagina che succede.
    E noi? Le nostre sicurezze che CI SPETTANO? E’UN DIRITTO!!!
    Mettila come vuoi, non potete fare i paladini senza soluzioni e far passare gli altri da insensibili o cattivi o anacronistici, non è cosi, stanno a cuore anche a me , ma non faccio ipocrisia e poi so che è un problema che ci schiaccerà.
    Ho scritto di fretta, scusa eventuali errori, prof.

  10. Premetto che per me il calcio è solo un elemento chimico. Detto questo sono assolutamente sicura che, vista anche la querelle dei diritti televisivi, hai ragione sul fatto che vogliono vendere quel coso di Mediaset. Come vedi non ricordo come si chiama, (60 anni vissuti bene!), forse per lapsus ferudiano, ma quando mi telefonano per vendermelo declino l’offerta con la frase : ” Ho minacciato mio marito di evirarlo se lo compera, vuole essere complice del fattaccio?”. Chissà perchè attaccano subito… Ciao, Anna

  11. Ciao Luca, quante verita’ hai scritto….Bologna e Firenze due citta’ quasi sorelle politicamente…sulle “scarpe” permetti che ho dei dubbi che le siano ambedue sinistre…..e per ultimo vuoi vedere che al Franchi ci sposteranno il mercato del Viale Manfredo Fanti e tutti noi guarderemo la Viola sprofondati in comodi divani davanti a un megaschermo pagato con un mutuo strappato a Mediolanum…..

  12. @Teo
    Scusami Teo, ma io non ti capisco. Io non ho detto va tutto bene, ho detto, va così. Riconoscere la realtà significa semplificare? Allora semplifico. Ti ho chiesto: dimmi cosa faresti? E tu mi fai una filippica sui paladini e gli insensibili. Cosa c’entra? Il problema è di una semplicità disarmante: loro vengono su, tu non vuoi, vuoi più sicurezza, bene, cosa faresti tu per fermarli e averla? Cos’è che intendi, quando dici, “voglio qualcosa che funzioni”? Cos’è questa cosa? Non è un’accusa che ti muovo, non dico che sei insensibile e cattivo, ti faccio solo una semplice domanda. Accusare me di essere un paladino non cambierà le cose: primo perchè non lo sono soltanto perchè descrivo la realtà, secondo perchè anche lo fossi la realtà non cambierebbe. Io non ti sto accusando di nulla, sei te che (come vedo anche da altre risposte che dai ad altri che non sono d’accordo) ti riscaldi subito e non capisco il perchè.

  13. Luk, non ci siamo, non si tratta cosi con le persone, capisco il modo in cui mi vedi e non mi va bene, ecco perchè non capisci quello che dico, anteponi giudizi precostituiti e fai sempre il superiore, giudichi i miei atteggiamenti, eppure ti ho sempre rispettato, parti da una calma e serafica ragione che non ammette dialogo.
    Io sarò più caldo, ma ne discuto.
    So essere calmo pure io.
    Vuoi vedere? Si Luk, hai ragione, va cosi, che scrivo a fare, mo chiudo, che soluzioni ho, nessuna, va cosi, è un fenomeno, sono un illuso e idealista.

  14. non ti ho chiesto se entravi a far aprte della cordata per emanuele, perchè mi dai l’impressione del tipo che quando fa lo fa in silenzio …..ho trovato gli indirizzi del consolato ai quali la signora Eleonora faceva il primo appello …..

    quindi le bolognesi non sono male?!… in agosto ho fatto una route in toscana … e neppure le toscane scherzano…
    ahhh!!naturalmente anche i toscani ihihihihihi ..
    buona serata

  15. @Teo
    Teo, scusa, ma non ci siamo lo dovrei dire io. Di cosa stai parlando? Com’è che ti avrei trattato? Dov’è che ho giudicato i tuoi atteggiamenti? Questo vittimismo è assolutamente fuori luogo. Parlando così, sei tu che hai giudizi precostuiti non io. Già una volta siamo finiti a questo punto. Io parto da una calma serafica perchè sono calmo e serafico e non perchè penso di avere ragione per forza. Che dovrei fare, incazzarmi? Non sono incazzato e non m’incazzerò per una cosa come questa. E’ tutto il pomeriggio che ti faccio una domanda a cui tu continui a non rispondere e ora te ne esci con questo messaggio da perseguitato, ma per favore… Mi pare che sia tu ad evitare il dialogo non io. E non capisco neanche il perchè, dato che io NON ti accuso di NULLA. Se però io come dalai, anty, artista1969, ultrainternet, mimmoguarino, sonnenschein e chissà quanti altri che non ho letto, non sono d’accordo con te, cosa devo fare? Zittirmi? Mah… Il dialogo è fatto anche di cose che non ci piace sentire, seppure in questo di oggi non capisco proprio perchè te la sia presa. Se tu avessi risposto alla mia domanda ai primi messaggi, così come ho fatto io dicendoti che per me i problemi dell’immigrazione vanno risolti laggiù, adesso staremmo parlando d’altro. Invece no, io ti chiedo cosa vorresti fare e te te la prendi. Solo per questo ti ho detto che ti scaldi, perchè lo fai e non ne capisco il motivo, non certo per criticarti o farti addirittura cambiar carattere. E scusa se non continuo a non perdere la calma.

Lascia un commento