A che punto siamo?

11settembreqv1.jpgDiario 236

Ci sono date che parlano da sole…

14 luglio 1789, 20 settembre 1870, 4 novembre 1918, 8 settembre 1943, 25 aprile 1945, 11 settembre 2001…

A che punto è la verità?

 

A che punto siamo?ultima modifica: 2008-09-11T14:03:39+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “A che punto siamo?

  1. domanda a cui nessuno potrà dare una risposta. Dopo aver visto “Loose Change” e altri video, mi sono fatto un’opinione personale sull’11 settembre che va molto lontano dalla versione ufficiale, ma MOOOOLTO lontano!
    Direi che siamo ad un punto morto!

  2. Impazzisco dalla voglia di sapere con estrema esattezza cosa vuol dire il tuo post, al di la delle mie conclusioni.
    Io ho fatto un ragionamento sulle date importanti, epocali, che mi porta alla tragedia del 2014.
    Penso che tu sia molto più materiale in questo.

  3. Ehi, ci manca che mi prendi a schiaffi, non c’è una cosa che ti ho scritto che è provocazione o offesa o allusione.
    Pensavo che il tuo elenco si riferisse a date esoteriche, ma concludevo che non penso tu creda a queste fantasie, perchè più concreto.
    Io ogni tanto mi lascio affascinare, tipo sulle teorie del 2014, una eventuale catastrofe finale.
    calma!!!
    €: )
    ti piace la pettinatura?

  4. Perchè uno storico o un insegnante di storia non potrebbero fare calcoli esoterici sulle date?
    Non hai idea di cosa sono capaci gli storici se siedono a tavola con gli archeologi.
    Il 2014 è il frutto di un mio divertente gioco sui numeri degli eventi storici e su cose molto più banali.
    Ma in rete è accreditato coem il 2012, se non di più.
    L’esoterismo non è usato più per la conoscenza, quanto per il potere, i numeri non sono quasi mai casuali.
    Il grande fratello muove tutto.
    Da 230 anni circa, secondo me ogni cosa è pianificata.

  5. io mi sono un po informato, ho seguiti dibattiti filmati su questo… certo non è tutto molto chiaro, sul pentagono e tutto misterioso e questa fa nascere sicuramente i dubbi, inoltre parlando di america nulla è verità… quello che ritengo io è una sorta di strategia americana-binladiana… una sorta di strategia del terrore a livello internazionale… ma tutto è dubbio, tranne le vittime sia di quel attentato e sia delle sporche guerre americane…

    tutto il discorso è troppo complesso

  6. A che punto è la verità? Io non lo so’! Quel giorno ero davanti al televisore ed ho seguito tutta la “cronaca” sui collegamenti speciali che le varie reti televisive avevano messo su!! Mi vengono ancora i brividi ripensando ai crolli ed a tutta la gente che c’è rimasta sotto. Come mi vengono i brividi dopo aver letto un articolo sul “Venerdì” di Repubblica di un mio collega, della scorsa settimana, in cui si parla di Ground Zero. Altro che memoriale ai caduti e americani patriottici. Ci vogliono fare una speculazione immobiliare in quel buco!!! Vi consiglio di leggere quel reportage perché è molto istruttivo!!! E ancora mi venite a parlare di mussulmani cattivi e americani buoni?

  7. All’11 settembre ho dedicato anch’io un post: a quello del 2001 – sul quale sono vicina ai commenti del sempre ottimo dalai87 – e a quello del meno ricordato 1973. Un’altra data che parla da sola è il 14 ottobre 1492: Cristoforo Colombo diede il via – in nome della cosiddetta evangelizzazione dei popoli nativi del continente americano – allo sterminio degli indios e alla rapina, per conto dei cattolicissimi re di Spagna, di ogni loro ricchezza. Una delle pagine più tragiche della storia.

  8. Gli storici hanno stimato con una certa plausibilità che nel 1500 circa 80 milioni di abitanti occupavano il Nuovo Mondo. Nel 1550 solo 10 milioni di indigeni sopravvivevano. In Messico vi erano circa 25 milioni di persone nel 1500. Nel 1600 solo un milione di indigeni mesoamericani erano ancora vivi. Un genocidio sanguinoso e scientifico, nella cornice della conquista e della colonizzazione dei nuovi pionieri bianchi. Uno sterminio che, oltre ad arraffare le risorse di quei popoli, ha in gran parte cancellato culture e tradizioni secolari.

Lascia un commento