Cronache (dal paese dei balocchi)

9eabba96336cfbfaf5243f539e8dd6fe.jpgDiario 174 –  179

Oggi voglio andare controcorrente e pensare positivo. Ecco due dichiarazioni prese da Ansa.it, fatte dagli schieramenti opposti, che mi vedono in accordo con entrambe. La prima è del leghista Calderoli (del quale, per un momento, solo per un momento, dimenticherò le uscite passate) e riguarda il federalismo che, pare, resti, per fortuna, al primo posto degli impegni della Lega. La seconda è del sempre ottimo Di Pietro ed è un parere competente su cosa serve davvero all’amministrazione della giustizia per salire al livello di un qualsiasi altro paese occidentale. Al federalismo ormai mi sono convertito da anni, anche per sano egoismo, preso atto che l’Italia è una, ma è anche molto lunga. Come ho già avuto modo di scrivere, siccome in Toscana, con Emilia R., Umbria e Marche, siamo rimasti i pochi a non votare massicciamente per Silvio e la sua cricca, perchè insistere a voler far cambiare idea a tutto il resto d’Italia? Fatica sprecata, quindi forza Umberto. Mi spiace per gli amici come Dalai che, costretto da un buon 75% di suoi compaesani che votano alla bulgara per sua Emittenza, dovrà subire la “teledittatura”… A parte le facezie, per esempio proprio la Sicilia gode di un’ampia autonomia amministrativa che non capisco perchè non ne possano godere anche le altre regioni. Per quanto riguarda la giustizia, le parole di Di Pietro, per chi come me ci lavora, sono le uniche sensate sentite da mesi. Per far funzionare la giustizia servono giusto le due o tre cose dette da lui: semplificare la procedura penale ormai ridotta a un coacervo di norme a volte in contraddizione tra loro (tra sistema anglosassone e garantismo latino); snellire il codice penale e le centinaia di leggi speciali che prevedono ancora miriadi di reati da paese dei balocchi; fornire gli uffici giudiziari di personale e materiale (solo a mo’ d’esempio, nel mio ufficio siamo in 4 su 4 a lavorare con pc portati da casa nostra… e poi venitemi a parlare degli statali che non lavorano!). Il discorso è lungo per entrambi i temi, per ora voglio solo lanciare un sasso. Caso mai scansatevi…

Calderoli: Riforma giustizia non in calendario
“Abbiamo fatto una tabella temporale delle riforme e, in quella tabella, la riforma della Giustizia non c’é. Questo non vuol dire che non si farà, ma viene dopo”. Roberto Calderoli commenta così le parole del ministro Angelino Alfano sulla presentazione a settembre di una riforma della giustizia. “In autunno – sostiene il ministro per la Semplificazione – abbiamo il federalismo fiscale, il codice delle autonomie e poi la finanziaria. A seguire, la riforma costituzionale. Una riforma della giustizia ci può anche stare, ma il 2008 è piuttosto pieno”.

Di Pietro: Per far funzionare la giustizia servono più fondi e personale
“Che la giustizia abbia bisogno di potentissime iniezioni, di riforme, è vero, ma loro l’iniezione non la vogliono per fare funzionare il sistema ma per sottometterlo”. Lo ha detto il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro interpellato sulla riforma della giustizia annunciata ieri dal ministro Guardasigilli Alfano. L’ex pm ha quindi indicato quelle che a suo avviso dovrebbero essere le priorità per una riforma, tra le altre: “Più fondi e più personale; una riforma del codice processuale per abbattere i tempi dei processi; una riforma del codice penale per aggiornare la distinzione tra i reati ‘bagatellari’ e quelli più gravi; una ristrutturazione delle circoscrizioni giudiziarie”. “Serve – ha concluso – una forte azione ordinaria, non straordinaria”.

Cronache (dal paese dei balocchi)ultima modifica: 2008-07-16T17:10:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Cronache (dal paese dei balocchi)

  1. grazie del pensiero luk…
    pulrtroppo mi scontro ogni giorno cn questa realtà e mi convinco ogni giorno di più che nn si può cambiare e o lo accetto o me ne vado….
    cmq credo che il federalismo ideologicamente possa essere anche giusto, ma molto difficile visto come sono amministrate molte regioni comprese pultroppo la mia…
    è queste due notizie però vorrei fartene notare un altra: la prima pagina del giornale di berlusconi; “ecco come cambio la giustiza” parla Alfano…. se questa nn è una minaccia gli estorsori sono poeti…
    cmq era ora che la lega si facesse sentire…
    ancora grazie x la solidarietà:-)))))))
    PS: sono due i scudetti, nella matematica esiste la sottrazione ma anche l’addizione :-))
    ciao

  2. la solidarietà è dovuta, in pratica sei un eroe… 🙂

    scusa, alfano chi? :))

    gli scudetti sarebbero due ma quello dell’anno scorso, senza la giuve e il milan e noi a meno x punti, non mi pare da vantarsene…
    cmq, va bene, facciamo 2… 😉

  3. Passo e che ti trovo? Racconti di Calderoli che sulla riforma della giustizia frena Berlusconi? Beh non c’è proprio più religione se Calderoli diventa un moderato :-))
    Ovviamente sto sherzando…ma la questione in ballo è pesante.
    Bisognerebbe che certi politici rileggessero Voltaire e Montesquieu. In fondo aver teorizzato la divsione dei poteri come base dello Stato e presupposto della vita democratica, avrà pure un senso, o no?
    Ti saluto.
    Ciao Cristiana

  4. lasciuando stare il calda e la storia el federalismo che non vedremo mai, mi sento di dire che di pietro non abbia fatto che ripetere cose gia dette e stradette, indichi lui con qali fondi fare la metà di quello che dice vedi luk, io personalmente ho un processo civile in corso da sette anni, eppure ancora non c’è stata sentenza, e sai dov’era all’ultima ideinza il giudice incaricato? stimana bianca porca m….. manco della cortesia di avvertire s’è peroccupato, ora detto questo, che cosa dovremmo farne di “quel giuduce” a me poco interessa se il pc lo aveva o no, poi in privato magari ti dirò dell’altro su quel giudicbuona giornata luk

  5. @ponyboy
    fai riferimento al processo civile che hai in corso da 7 anni ecc…
    e appunto su questo che bisogna intervenire, e proprio su questo che di pietro propone quelle cose… cosa centra intervenire sul csm o la separazione delle carriere o l’immunità parlamentare (lo ha detto berlusconi, questi sono i punti della riforma), credi a chi vanno a vantaggio questi provvedimenti… solo a loro, nn certo a te o a chiunque cittadino che abbia dei processi… e poi i fondi x finanziare le missioni di guerra o di pace che siano, o per finanziare il nucleare ci sono e per riformare la giustizia no… basta gestirli nel modo giusto ed i soldi ci stanno
    buon pomeriggio luk

Lascia un commento