Il sottotesto della conferenza stampa di Luca Toni

Con un altro dei potenti mezzi acquistati su Ebay (un rilevatore di onde sub sonore fabbricato a Forcella), siamo riusciti a decifrare il sottotesto della conferenza stampa di oggi del (l’ex) bomber della Fiorentina. Le parole dette in chiaro esprimevano una cosa ma quelle sottintese rivelano ben altre verità. Eccovi la sintesi.
“Sono venuto qua oggi perché mi ero stancato di stare al mare. Certo che a Firenze è proprio caldo. Quasi quasi faccio solo una chiacchierata con il mio Presidente e gli dico di comprare un ventilatore nuovo per la sala stampa. In questo periodo sono state dette tante cose ma non da me che dopo il mondiale mi sono rinchiuso in un monastero thailandese senza cellulare, internet e caramelle mentoliptus. Pensate, non sapevo neanche delle sentenze… ma davvero ci hanno dato 19 punti di penalizzazione? Accidenpolina che peccato!… va be’, tanto io l’anno prossimo giocherò da un’altra parte. Voglio solo parlare con il mio Presidente per dirgli che mi spiace davvero che l’anno prossimo la sua squadra non faccia la Champion’s… peccato davvero. Da quando sono nato non mi era mai capitato di ricevere l’offerta di 4 miseri milioni di euro all’anno per giocare a pallone! Vi rendete conto? E pensare che c’è gente che lavora per molto molto meno, incredibile. Comunque… voglio solo parlare con il mio Presidente per dirgli che, se vuole, metterò una parolina buona per lui e così invece di 25 milioni quel signore di Milano gliene darà anche 30. Ho vinto la Scarpa d’oro, il mondiale e il torneo di briscola nel monastero, per questo ho ricevuto molte offerte da squadre europee di briscola ma anche di calcio. Penso di meritare la Champion’s League ed essendo abbonato ad Astra Mese, è da aprile che so che la Fiorentina non l’avrebbe fatta. Voglio solo parlare con il mio Presidente così gli dirò di trovarsi un buon astrologo, gli sarà più utile dell’attuale A.D. che invece perde un sacco di tempo al telefono. Sono grato ai miei compagni che l’anno scorso hanno giocato per me e mi hanno permesso di vincere la classifica cannonieri. Come si dice: a buon rendere. Se accettano di fare un campionato anonimo per salvarsi dalla B solo perché hanno firmato un contratto o, addirittura, per rispetto della maglia e dei tifosi, sono affari loro. Io vado dove mi porta la tasca dalla parte del cuore. Voglio fare solo una chiacchierata con il mio Presidente così gli consiglierò di dire al D.G. di comprare giocatori un po’ più svegli e meno illusi… dei tipi che non credano in sentimenti fuori moda tipo onore, rispetto e riconoscenza. Vorrei sfruttare al massimo i pochi anni che mi restano di carriera per vincere qualcosa come ha fatto l’Inter quest’anno. Certo, con i bollini Esso sono buoni tutti ma meglio che niente, no? In realtà per vincere sarei pronto ad andare dappertutto fuorché all’Inter ma purtroppo è proprio il signor presidente di quella squadra che mi ha offerto la cifra che ho detto prima. Va be’… mi accontenterò. Mi piacerebbe solo parlare con il mio Presidente per chiedergli di comprendere un povero giovane di 29 anni in buona salute, ricco sfondato, frequentatore di belle donne, che desidera solo giocare al calcio… perché non mi capisce? Perché?!? Dal punto di vista umano chi, al posto mio, chi accetterebbe di giocare ancora a Firenze, dove ho solo vinto la classifica cannonieri con 31 gol, ho preso lo slancio per i mondiali e mi hanno trattato da Re, sì, ma senza darmi neanche un trono, uno scettro… un regno?!? Vorrei solo fare una chiacchierata con il mio Presidente per sapere se lui un regno ce l’ha, ecco. L’ho sentito dire in televisione che con me non vuole parlare, allora gli scriverò… non appena avrò finito il Cepu. Se poi lui mi dirà lo stesso che c’è un contratto da rispettare e devo restare qui per principio allora batterò forte i piedi per terra e mi metterò a urlare tanto tanto, oh! Poi dirò al signore di Milano di tirare fuori altri 5 milioni o anche 10, tanto quello ne ha bruciati così tanti che qualcuno in più non gli farà differenza. Per me sarebbe più facile restare a Firenze, tra l’altro qui c’ho casa da solo mentre a Milano mi toccherebbe andare a dormire dalla Valeria e allora addio sarabande… Parlerò solo con il mio Presidente e visto che lavora pure lui a Milano, gli chiederò se mi può dare qualche dritta per trovare un monolocale da 100 mq per i miei momenti di sano relax. Comunque… voglio giocare in una squadra di campioni e, assodato che a Firenze, senza offesa per nessuno, ci sono solo rape, dato che l’anno prossimo almeno due squadre vinceranno di sicuro, il problema sta solo ad indovinare quali saranno. Di certo non l’Inter ma la speranza, come si dice, morì. I tifosi viola? Chi?!? Ah sì, ho capito chi sono. Simpatici, davvero. Penso che siano contenti che io abbia giocato e vinto i mondiali senza mai citare neanche una volta il mio e loro club in difficoltà, che io abbia un sacco di soldi, che io abbia una top model come fidanzata e una Ferrari come utilitaria, che io sia tra i vip più richiesti per gli spot delle patatine, che io me ne freghi di loro e di tutti quelli che come loro mi danno da mangiare… ehm… no, di questo forse non sono contenti ma… che dire? Questa è la vita. Se mi riuscirà parlare con il mio Presidente gli dirò di tenerseli stretti, persone così ingenue e devote è difficile trovarle al giorno d’oggi. Beh, ora vi saluto e grazie per essere venuti così numerosi a sentire le bischerate che avevo da dire… certo che il calcio ne muove di fessi… Ciao e grazie ancora a tutti ma proprio tutti, eh. Lo dirò anche al mio Presidente.”

Per le parole pronunciate in chiaro da Toni clicca qui

Il sottotesto della conferenza stampa di Luca Toniultima modifica: 2006-08-03T20:30:00+02:00da luk4.p
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il sottotesto della conferenza stampa di Luca Toni

  1. Penso anch’io che questo sia esattamente il pensiero di Lucra Toni.
    A mio parere non è normale ed è, come dice lui, arrivato tardi nel palcoscenico calcistico che conta perchè prima era in cura.
    Auguri Luca (Toni) perchè ne hai molto più bisogno tu con tutte le donne, le ferrari i soldi che hai di noi che, ci manca tutto questo, ma, magari, c’avanza un pochino di cervello.
    Sonny

I commenti sono chiusi.